Yao Ming

Yao Ming, (nato il 12 settembre 1980, Shanghai, Cina), giocatore di basket cinese, diventato una star internazionale come centro degli Houston Rockets della National Basketball Association (NBA).

Britannica Quiz
Basketball Quiz
L’unico grande sport inventato negli Stati Uniti, il basket è diventato un fenomeno globale. Dribble through history with Britannica and learn basketball’s history and exciting facts.

Yao è nato da genitori giocatori di basket che erano alti più di 6 piedi (1,8 metri). Fin dalla tenera età Yao sovrastava i suoi compagni di classe. All’età di 12 anni frequentava un’accademia sportiva locale e si allenava a basket diverse ore al giorno. Nel 1997 si è unito agli Shanghai Sharks dell’Associazione Cinese di Basket (CBA). Quando ha guidato la squadra cinese a un rispettabile 10° posto ai Giochi Olimpici del 2000 a Sydney, Yao era diventato un’icona nazionale.

Il 7 piedi e 6 pollici (2,29 metri) Yao è stato scelto dagli Houston Rockets con la prima scelta assoluta nel draft NBA del 2002. Nella stagione 2002-03 è stato votato dai tifosi come titolare per la Western Conference nell’All-Star Game ed è stato selezionato all’unanimità nella squadra All-Rookie della lega. Anche se i Rockets hanno mancato di poco i play-off NBA nel 2003, Yao ha contribuito a condurre la squadra a un record di 43-39, un’impressionante inversione di tendenza rispetto al record di 28-54 dei Rockets di appena una stagione prima. Con il suo morbido tocco di tiro e la sua abile capacità di passaggio, Yao si è guadagnato gli onori di all-star in ognuna delle sei stagioni successive e ha aiutato i Rockets a raggiungere i play-off in cinque di quegli anni (2004, 2005 e 2007-09). Tuttavia, ha subito una serie di ossa rotte nelle gambe e nei piedi nel corso dei suoi primi sette anni con i Rockets, e la sua stagione 2008-09 si è conclusa durante i play-off come risultato di un piede rotto, che poi non è riuscito a guarire correttamente. Ha subito un intervento chirurgico durante la seguente off-season, ma il danno era così grave che ha perso l’intera stagione NBA 2009-10. Yao è tornato per cinque partite all’inizio della stagione 2010-11 prima di subire una frattura da stress alla caviglia, ed è stato messo in disparte per il resto della stagione. L’infortunato Yao si è ritirato dal basket professionistico nel luglio 2011. È stato inserito nella Naismith Memorial Basketball Hall of Fame nel 2016. L’anno successivo è diventato presidente della CBA, dopo essere stato presidente e proprietario della franchigia Shanghai Sharks della CBA dal 2009.

L’impatto di Yao sulla cultura del basket si è esteso ben oltre i suoi risultati sul campo. Ha attirato grandi folle ovunque i Rockets hanno giocato, e le partite di Houston sono state trasmesse al grande pubblico in Cina e in altri paesi asiatici. Un favorito dei media, Yao è stato un pitchman per numerose aziende ed è stato al centro degli sforzi dell’NBA per rendere popolare la lega in tutto il mondo.

Abbonati a Britannica Premium e accedi a contenuti esclusivi. Abbonati ora

.

Lascia un commento