Vescica da attrito

Cos’è una vescica da attrito?

La vescica da attrito è una vescica causata dallo sfregamento ripetuto della pelle contro un altro oggetto. Si forma più spesso su palmi, dita, suole, lati dei piedi e dita dei piedi. La parte superiore della vescica viene sfregata dove la pelle è più sottile, come la parte superiore della mano o del piede, formando un’abrasione. Nelle aree di pelle più sottile, l’attrito provoca sfregamento senza formazione di vesciche.

Cosa provoca la vescica da attrito?

Una vescica da attrito si verifica quando c’è contatto, pressione e movimento tra la pelle e qualcosa che la tocca – come un tallone sfregato da una scarpa nuova o non familiare.

Le forze di taglio causano la separazione meccanica degli strati di cellule epidermiche. Il divario si riempie di liquido, formando una bolla subepidermica (vescica). Una bolla si forma più rapidamente se la pressione e il movimento sulla pelle è grave o se la pelle è umida.

Chi soffre di vesciche da attrito?

Le vesciche da attrito si verificano di tanto in tanto in quasi uomini e donne di tutte le età. I fattori esacerbanti includono:

  • Caldo – sono particolarmente prevalenti nei climi tropicali.
  • Esercizio prolungato o vigoroso – sono comuni negli atleti (specialmente nei maratoneti) e nei soldati; un terzo degli 872 soldati americani intervistati in Iraq aveva vesciche.1 Le vesciche sui palmi possono sorgere dal canottaggio, o nei bambini che giocano sulle sbarre.
  • Portare un carico pesante aumenta il rischio di vesciche.
  • Sudorazione eccessiva – l’iperidrosi ammorbidisce la pelle così la pelle si spacca più facilmente.
  • Scarpe strette, scomode o nuove, che sfregano ripetutamente su una o due aree della pelle.
  • Calzini non assorbenti o sottili – questi non assorbono bene l’umidità e non proteggono adeguatamente la pelle dai danni delle scarpe o degli stivali.
  • Tessuti ruvidi o duri possono causare vesciche su altri siti, come le ascelle o l’inguine.

Le vesciche possono anche sorgere su aree di pressione come l’anca, come complicazione di un intervento chirurgico o perdita di coscienza, classicamente dopo avvelenamento da barbiturici.

Ci sono alcune malattie specifiche che rendono la pelle più fragile del solito, causando anche vesciche in risposta all’attrito o alla ferita.

  • Disposizione genetica – l’epidermolisi bollosa è un gruppo di disturbi in cui la pelle si gonfia facilmente.
  • Malattia immunitaria – epidermolisi bollosa acquisita.
  • Malattia metabolica – porfiria cutanea tarda
  • Danno da sole – specialmente sovraesposizione a solarium o lettini abbronzanti
  • Certi farmaci – pseudoporfiria dovuta a antinfiammatori non steroidei o antibiotici (doxiciclina)

Quali sono le caratteristiche cliniche della vescica da attrito?

Sfregando la pelle si staccano prima le cellule di superficie. Una maggiore pressione fa sì che la pelle colpita si arrossa, si riscalda e brucia. La pelle rossa diventa poi pallida mentre si forma la vescica. La vescica di solito contiene fluido chiaro, ma il sanguinamento cambia il colore in rosso/marrone.

Le vesciche si formano dove lo strato corneo (lo strato cellulare esterno) è molto spesso, come nel caso della pianta del piede e del palmo delle mani. Dove la pelle è più sottile, l’attrito tende a sfaldare completamente l’epidermide, provocando un’erosione (ferita).

Se la vescica rimane intatta, il liquido si riassorbe e la pelle danneggiata si stacca alcuni giorni dopo.

Vesciche da attrito

Devo fare dei test?

I test non sono necessari per le tipiche vesciche da attrito. Le seguenti indagini possono essere considerate quando le vesciche sono frequenti, estese o non riescono a guarire.

  • Tampone per controllare l’infezione batterica da Staphylococcus aureus o Streptococcus pyogenes (impetigine o cellulite).
  • La biopsia cutanea di una nuova vescica da attrito per l’istopatologia rivela una scissione intraepidermica senza infiammazione. Caratteristiche specifiche possono portare ad un’altra diagnosi.
  • La biopsia cutanea per immunofluorescenza diretta, positiva nelle malattie immunobollose, è negativa nella vescica da attrito.
  • I test genetici possono essere richiesti se si sospetta l’epidermolisi bullosa.

Complicazioni della vescica da attrito

Le vesciche da attrito intatte solitamente guariscono rapidamente senza cicatrici. A volte la guarigione è ritardata. I problemi possono includere:

  • Dolore che impedisce la prestazione
  • Infezione della ferita: questa si presenta con dolore e rossore crescente intorno alla vescica/erosione, una striscia rossa che si dirige verso l’inguine o l’ascella, e formazione di pus. L’infezione è più comune nei diabetici e negli individui immunodepressi.
  • Il granuloma piogenico può occasionalmente insorgere nel sito di una vescica alcuni giorni dopo.
  • Scariche dovute all’infezione o a lesioni più profonde.

Come devo trattare una vescica da frizione?

Le vesciche da frizione guariranno da sole. Tuttavia, le medicazioni sono utili per proteggere da ulteriori danni. I cerotti idrocolloidali per vesciche possono promuovere una guarigione più rapida.

Le vesciche grandi possono essere drenate pungendo con un ago sterile. E’ meglio mantenere il tetto della vescica al suo posto se possibile, per ridurre il dolore e diminuire la possibilità di infezione. Se il tetto della vescica si è staccato lasciando una superficie cutanea erosa, pulire accuratamente la ferita e applicare una medicazione pulita.

Le vesciche da frizione o le erosioni infette possono richiedere antibiotici topici o antisettici per alcuni giorni. Gli antibiotici sistemici devono essere utilizzati se si verifica la cellulite. Gli antibiotici non devono essere usati se la ferita non è infetta.

Posso prevenire le vesciche da attrito?

Se inclini a vesciche da attrito, le seguenti misure possono essere utili.

  • Stivali e scarpe ben aderenti; usare plantari se necessario per ridurre i punti di pressione.
  • Solette in neoprene
  • Calzini assorbenti, cambiati appena sono umidi
  • 2 paia di calzini: strato interno più sottile in poliestere e strato esterno più spesso in lana o polipropilene
  • Ghette per evitare che ghiaia e materiali vegetali entrino nella calzatura
  • Imbottitura in lana d’agnello sopra e intorno alle zone soggette a vesciche
  • Varie imbottiture in schiuma di proprietà, prodotti per l’ammortizzazione e la barriera protettiva, che sono disponibili al banco delle scarpe della vostra farmacia locale

Sono stati raccomandati e possono rivelarsi utili l’antitraspirante, la vaselina o la lubrificazione in silicone, le polveri e gli adesivi cutanei topici. Tuttavia, non hanno dimostrato scientificamente di ridurre il disagio o migliorare la guarigione.

Un certo indurimento si verifica con l’esercizio ripetitivo a bassa intensità a causa della formazione di callo (ispessimento epidermico).

Lascia un commento