The Ultimate Guide to Facebook Remarketing

Il gestore degli annunci di Facebook a volte può sembrare un labirinto di opzioni, lasciando i marketer insicuri su quale direzione scegliere.

Facebook ha così tante opzioni di personalizzazione che si manifestano sotto forma di complessità.

Se fai un errore, allora l’intera campagna potrebbe essere difettosa. Brucerai il tuo budget e non massimizzerai le tue conversioni.

Ma devi affrontarlo e imparare a navigarlo. Il remarketing di Facebook è il gold standard del remarketing.

Se riesci a capire come sfruttare il potenziale del remarketing di Facebook, puoi scommettere che le conversioni saranno in arrivo.

Scoprire le migliori tattiche su Facebook è possibile solo attraverso prove ed errori. E fortunatamente per te, lo abbiamo già fatto.

In questa guida, imparerai tutte le opzioni di remarketing di Facebook a tua disposizione, insieme a come puoi approfittarne oggi.

Facebook Remarketing: La tua arma segreta

Facebook è senza dubbio migliore per il remarketing di qualsiasi altra piattaforma che abbiamo in questo momento.

Lascia che ti convinca se sei scettico o se pensi che “gli annunci su Facebook non funzionano.”

A partire dal 2020, gli utenti attivi mensili di Facebook hanno superato i 2,7 miliardi.

(Fonte immagine)

Al momento, Facebook è il più popolare social media esistente. Ha più utenti di qualsiasi altra piattaforma sociale o basata su video.

Supera persino le app di messaggistica più popolari al mondo.(Fonte immagine)

In poche parole, è il posto dove andare quando si tratta di raggiungere il maggior numero di persone possibile.

C’è la possibilità che tutti ci siano sopra. Anche tua nonna probabilmente ha qualche centinaio di amici.

Tutti gli scherzi a parte, l’enorme numero di utenti su Facebook rende la piattaforma incredibilmente preziosa quando si tratta di remarketing.

Ma non è tutto.

Sai tutto sulla cecità dei banner, dove le persone vengono spammate con annunci online così tanto che inconsciamente li sintonizzano (o addirittura prendono azioni specifiche per evitare di vederli).

Quando gli utenti bloccano gli annunci inconsciamente, appare qualcosa di simile a questo:

(Fonte immagine)

Questa è una ragione enorme per cui il remarketing di Facebook funziona e quello del display no.

Su Facebook, gli utenti vedranno i tuoi annunci direttamente nei loro news feed, come questo:

Mentre gli annunci display appaiono su altri siti web, dove le persone o usano strumenti di blocco degli annunci o semplicemente li sintonizzano come rumore bianco.

Per combattere questa grande quantità di annunci, le persone hanno iniziato a implementare gli ad blocker. Attualmente, l’uso della tecnologia di blocco degli annunci è in aumento.

(Fonte immagine)

Con gli utenti mobili e desktop sempre più stufi del numero di annunci display che vedono ogni giorno, quegli annunci display che stai eseguendo su AdWords probabilmente non stanno nemmeno raggiungendo tutti i tuoi obiettivi.

Alcuni dei motivi principali per cui le persone bloccano gli annunci hanno a che fare con l’interruzione e semplicemente vedere troppi annunci:

(Fonte immagine)

Ma su Facebook, è diverso. AdBlock non funziona.

Perché? Perché Facebook non inserisce gli annunci nei banner. Li inserisce direttamente nel tuo news feed, spacciandoli per contenuti naturali.

Non sono invadenti o fastidiosi (per la maggior parte).

Tutti i tuoi annunci raggiungeranno effettivamente il tuo obiettivo senza farli incazzare nel processo.

Ora che sai perché Facebook è la migliore piattaforma per il remarketing, cerchiamo di capire se sei al punto in cui una campagna di remarketing su Facebook ha senso per la tua azienda.

Facebook Remarketing: Is It Right For You?

Facebook remarketing è una strategia di campagna efficace, ma quando dovresti usarla?

La magia di una campagna di remarketing di Facebook è che si rivolge continuamente a coloro che hanno visitato il tuo sito. Questo ti permette di fornire loro messaggi più descrittivi, dal momento che sono già a conoscenza del tuo prodotto o servizio.

Se stai cercando di convertire i membri del tuo pubblico di riferimento, considera il lancio di una campagna di remarketing su Facebook. Ma quando è il momento giusto per premere il pulsante di lancio?

Se la tua azienda è nuova di zecca, potrebbe non generare il traffico di cui ha bisogno per rendere efficace una campagna di remarketing.

In tal caso, dovresti iniziare con una campagna basata sulla consapevolezza per far conoscere la tua azienda. Questo genererà traffico sul sito web per voi, risultando in una bella base per un futuro pubblico personalizzato a cui mirare con una campagna di remarketing.

I vostri clienti sono su Facebook per connettersi con gli amici e anche potenzialmente scoprire il vostro prodotto e marchio. Più del 17% dei consumatori usa Facebook per seguire marchi e aziende.

(Fonte immagine)

Pensate a come state facendo arrivare il vostro messaggio e a come li state raggiungendo. Una volta che visitano il tuo sito o sono inclusi nella tua lista di retargeting, vedranno continuamente annunci per la tua azienda.

Con le campagne di remarketing di Facebook, puoi indirizzare i visitatori del tuo sito web così come il tuo pubblico di Facebook. Questo ti dà una portata più ampia rispetto ad altre piattaforme di remarketing come la Rete Display di Google.

Una campagna di remarketing di Facebook (a volte indicata come campagna di retargeting di Facebook) adotta una strategia di retargeting che mostra un annuncio di Facebook agli utenti di Facebook che hanno visitato il sito web della tua azienda in precedenza.

Installando il pixel di retargeting di Facebook sul tuo sito web, è possibile servire un annuncio di retargeting attraverso Facebook a un insieme specifico di utenti o a un visitatore del sito web.

Questo set di annunci personalizzati può essere creato e servito come un annuncio di prodotto dinamico che li indirizza a una landing page personalizzata progettata per spostarli lungo il funnel di marketing.

Quando si esegue una campagna di retargeting sui social media, è possibile espandere i propri sforzi di marketing digitale con la giusta spesa pubblicitaria, l’ottimizzazione e i parametri di retargeting.

Diamo un’occhiata a come si può realizzare esattamente ciò con i pubblici personalizzati di Facebook.

Facebook Remarketing: Pubblico personalizzato

Attualmente, Facebook offre diversi tipi di impostazioni di remarketing che si presentano sotto forma di pubblico personalizzato.

Il pubblico personalizzato ti dà la possibilità di indirizzare gli annunci a un pubblico appositamente creato in base ai tuoi obiettivi.

Per esempio, se vuoi effettuare il remarketing ai visitatori del sito web di base, dovresti creare un pubblico personalizzato per questo. Se si volesse fare il remarketing agli utenti che scaricano un’app mobile, si creerebbe un pubblico personalizzato.

In sostanza, i pubblici personalizzati sono il punto focale del remarketing su Facebook.

Facebook offre quattro forme principali di remarketing dalle vostre fonti:

  1. Visite al sito web
  2. Liste di clienti
  3. Attività dell’applicazione
  4. Attività offline

Inoltre, è possibile effettuare il remarketing in base alle metriche di coinvolgimento di Facebook da video, moduli di lead, esperienze istantanee, acquisti, account Instagram, eventi, pagine Facebook e annunci On-Facebook.

Le opzioni sono in costante crescita. Alcune delle opzioni più comuni, però, includono quelle quattro originali.

Ecco una rapida panoramica dei pubblici (generali) di remarketing che puoi creare su Facebook.

  1. Elenco clienti: Carica una lista di email dei tuoi clienti che Facebook abbinerà agli account per il remarketing.
  2. Traffico del sito web: Crea un pubblico di remarketing basato sulle precedenti visite al sito web.
  3. Attività App: Lista di remarketing basata sulle persone che hanno interagito con la tua app.
  4. Attività offline: Pubblico di Remarketing basato su azioni offline, come telefonate e visite ai negozi.

Tutti questi pubblici hanno lo stesso obiettivo finale in mente, ma con modi diversi per raggiungerlo. Cercano tutti di riportare gli utenti che si sono impegnati con il vostro marchio in qualche modo, forma, o forma.

Inoltre, si potrebbe puntare in base al coinvolgimento dalle fonti di Facebook di cui sopra. L’impegno potrebbe essere stato tramite Instagram o Facebook likes, traffico sul sito web, installazioni di applicazioni o anche chiamate telefoniche.

Tutte queste opzioni sono modi diversi di riportare gli utenti sul tuo sito per un altro tentativo di conversione.

La bellezza di questi strumenti di remarketing è che ognuno confeziona un set di strumenti diversi.

Quindi, se qualcuno interagisce con il tuo evento su Facebook, è possibile effettuare il remarketing per loro.

Se gli piace un tuo post, puoi fargli il remarketing.

Se visitano il tuo account Instagram e non lo seguono, puoi fargli il remarketing.

Le opzioni sono quasi illimitate.

Se ti piacciono le liste di remarketing standard basate sulle visite al sito web, puoi fare anche quello:

La cosa bella della piattaforma di Facebook è che ti permette di essere dettagliato, specifico e sofisticato quanto vuoi (o non vuoi).

Se ti piace mantenerlo semplice, puoi fare anche questo.

Quando clicchi su una delle sezioni del pubblico personalizzato basato sul remarketing, si aprirà una pletora di sottotipi tra cui scegliere in base ai tuoi obiettivi e alle piattaforme che usi.

In questa prossima sezione, avrai una guida passo dopo passo su come eseguire più campagne di remarketing in soli cinque minuti.

Come eseguire una campagna di remarketing su Facebook

Se sei pronto a iniziare una campagna di remarketing su Facebook, sei arrivato nel posto giusto.

Ecco come puoi impostare due campagne di remarketing in soli cinque minuti.

Remarketing delle visite al sito web su Facebook

Il remarketing delle visite al sito web su Facebook è una delle forme più popolari di remarketing su Facebook.

Funziona esattamente come i tipici annunci della rete display. È possibile indirizzare gruppi specifici di utenti in base a come hanno interagito con il tuo sito.

Ma invece di annunci sul display, stai consegnando annunci naturali ai loro feed di Facebook.

Per iniziare, apri il tuo Facebook Business Manager e vai alla sezione del pubblico sotto il menu a discesa:

Da qui, seleziona “Pubblico personalizzato” sotto il menu a discesa “Crea pubblico”:

Scegli “Website Traffic” come tipo di pubblico personalizzato:

Questo ti permetterà di personalizzare il tuo pubblico in base al traffico del sito web.

A questo punto hai più opzioni tra cui scegliere.

Se vuoi mantenere le cose semplici e di base, Facebook offre le sue impostazioni standard di remarketing:

Questa impostazione di base avrà come target tutto il traffico/visitatori del tuo sito web negli ultimi 30 giorni.

Se si sceglie di utilizzare questa funzione, Facebook creerà questo come un nuovo pubblico per voi.

Ma, è possibile personalizzare ulteriormente se si desidera una maggiore segmentazione. Fai clic sul menu a discesa “Tutti i visitatori del sito web” per visualizzare altre opzioni:

Puoi ora scegliere di raffinare il tuo pubblico personalizzato in base a specifiche visite di pagine web e tempo sul sito.

Per esempio, diciamo che il remarketing di tutti i visitatori del tuo sito web non è l’opzione migliore. Probabilmente otterrai tonnellate di persone che semplicemente non sono interessate, quindi non c’è alcun punto reale nel remarketing per loro.

Se vuoi il miglior bang per il tuo dollaro, hai bisogno di puntare a visitatori caldi e interessati.

Quelli che hanno mostrato una seria intenzione di acquistare.

Non quelli che vengono per il caffè gratis e le ciambelle (sì, tu), solo per andarsene prima che tu lanci la vendita.

Remarketing a queste persone non vale il tuo tempo o denaro.

Invece, prova a impostare un pubblico personalizzato che si rivolge ai visitatori che sono atterrati sul tuo prodotto o sulle pagine dei prezzi:

Molto probabilmente, quando qualcuno visita queste pagine del tuo sito, è sinceramente curioso di sapere come il tuo prodotto può aiutarli.

Tu devi solo aiutarli a capirlo.

Puoi anche raffinare ulteriormente questo aggiungendo misure di frequenza:

Significa che il tuo pubblico di remarketing sarà composto solo da persone che hanno visitato il tuo prodotto o la pagina dei prezzi due o più volte.

Questo ti dice una cosa importante:

Le persone che hanno visitato queste pagine sono serie riguardo al tuo prodotto.

Lo hanno controllato – più volte.

Hanno fatto una doppia presa e hanno individuato la tua bella faccia dall’altra parte del bar.

Remarketing degli impegni sociali

Remarketing degli impegni sociali è un modo incredibile per riportare il traffico consapevole del marchio.

Vuoi evitare il tipico percorso dell’acquirente o il ciclo di vendita?

Questo è il modo migliore per farlo.

I social media sono uno strumento fantastico per generare il buzz del marchio, ma non sono buoni solo per questo.

Con il pubblico aggiornato di Facebook in stile engagement, è possibile effettuare il remarketing a chiunque arrivi sui vostri profili Instagram e Facebook.

Per iniziare, crea un altro nuovo pubblico personalizzato, ma questa volta, usa una delle fonti di Facebook per il remarketing basato sull’engagement:

Ecco dove dovrai decidere da solo qual è l’approccio migliore.

Per esempio, organizzi molti eventi? Se no, allora il remarketing basato sulle interazioni degli eventi non avrebbe senso.

Hai Instagram per il tuo business? Se no, ignoralo.

Hai capito il succo. Scegli l’opzione o le opzioni che meglio si adattano alle tue esigenze aziendali.

Se non sei sicuro da dove iniziare, seleziona l’opzione “Facebook Page”:

Poi, puoi personalizzare quale azione esattamente vuoi indirizzare sulla tua pagina.

Puoi selezionare come target le persone che si sono impegnate con un post o un annuncio, i visitatori della pagina, i fan che hanno cliccato su un pulsante call-to-action, le persone che hanno inviato un messaggio alla tua pagina e altro.

Questo è tutto quello che devi fare per creare un nuovo pubblico di remarketing.

Ora, vai al tuo Ads Manager e crea nuovi annunci su Facebook mirati alle tue liste di remarketing appena create.

Analisi della tua campagna di Remarketing su Facebook

Una volta lanciata la tua campagna, devi ottimizzare e analizzare i risultati. Questo è fondamentale per garantire che non stai bruciando soldi raggiungendo il pubblico sbagliato.

Sarà in grado di vedere se il tuo targeting è in risonanza con il pubblico personalizzato che hai selezionato. Se non stai raggiungendo le tue metriche, forse il targeting, la messaggistica o la creazione non stanno centrando il bersaglio.

Ma quali sono esattamente queste metriche? Cosa dovresti misurare nella tua campagna di remarketing?

Ci sono molti fattori in gioco, e alla fine dipende da quali sono i vostri obiettivi per la campagna specifica.

Tuttavia, ecco alcuni Key Performance Indicators (KPI) da considerare per la tua prossima campagna di remarketing su Facebook:

  • Costo per clic (CPC) – quanto costa far cliccare un potenziale cliente sul tuo annuncio
  • Frequenza – quante volte viene mostrato l’annuncio
  • Diagnostica della rilevanza (ora suddivisa in 3 metriche individuali) – quanto è rilevante l’annuncio per il pubblico che lo vede?
  • Conversioni – Qual è il numero totale di transazioni che hanno avuto luogo?
  • Valore di conversione – Qual è l’importo totale di tutte le transazioni che hanno avuto luogo?

Siccome stai facendo remarketing a qualcuno che è già a conoscenza del tuo prodotto, le conversioni saranno probabilmente la tua ultima metrica con cui misurarti.

Questo non significa che dovresti ignorare le altre. CPC, frequenza e diagnostica della rilevanza possono tutti aiutare a indicare i problemi con la tua campagna pubblicitaria.

Forse la tua frequenza è troppo alta, e hai bisogno di ampliare il tuo target.

Se vai oltre questi numeri, puoi anche diventare granulare con la tua creatività di Facebook per vedere come ogni risorsa sta performando. Dovresti esaminare quale tipo di creatività pubblicitaria ha funzionato meglio: immagini statiche, video o contenuti di lunga durata.

La guida agli annunci di remarketing su Facebook diPriceSpider è un esempio di remarketing a un pubblico con un contenuto di lunga durata:

Vedrai rapidamente cosa funziona e, in ultima analisi, guida le conversioni per la tua azienda. L’ottimizzazione costante è necessaria per garantire che le tue campagne siano efficaci.

Inoltre, potresti scoprire che forse hai bisogno di accoppiare la tua campagna di remarketing con una campagna di sensibilizzazione per guidare maggiori quantità di traffico al tuo sito.

Conclusione

Il remarketing di Facebook non è sempre divertente. Può essere noioso, tedioso e richiede tempo. I tassi di conversione potrebbero non essere sempre meravigliosi.

Ma è economico. E Facebook è il posto dove stare quando si tratta di riportare le vendite perse.

Le diverse opzioni di pubblico personalizzato di Facebook sono uno strumento eccellente per far crescere il business e guidare le vendite. Il pubblico personalizzato permette di creare liste di remarketing specifiche basate su centinaia di fattori.

Non è più possibile prendere di mira tutti i visitatori del sito web. Ora è possibile mirare a URL specifici, impegni e altro ancora. Approfitta di questi diversi strumenti per il pubblico e inizia la tua campagna di remarketing su Facebook oggi stesso.

Sono necessari solo pochi minuti per iniziare, e sarai sulla buona strada per riportare quelle vendite perse per sempre.

Lascia un commento