The Event Planner’s Guide to Experiential Marketing

Quali sono i componenti chiave di una campagna di marketing esperienziale di successo e come possono i pianificatori di eventi utilizzare il brand marketing dal vivo per il suo pieno vantaggio senza che costi la terra?

Il marketing esperienziale è il marketing di eventi dal vivo che coinvolge un pubblico con un marchio come nient’altro. Le clip di marketing esperienziale spesso diventano virali a causa dell’eccitazione che crea. Questi eventi sono spesso tenuti in luoghi pubblici e causano “scalpore”. Ma al fine di creare una campagna di marketing esperienziale popolare ci sono una serie di cose che è necessario fare e pensare.

Pensi che il marketing esperienziale potrebbe funzionare per il tuo marchio, i tuoi clienti o il tuo prossimo evento? Forse l’hai preso in considerazione ma ti sei tirato indietro perché pensi che sia fuori dal tuo budget? Il marketing esperienziale è caldo e non c’è motivo di evitarlo. Che sia per un marchio grande o piccolo e che tu abbia un budget considerevole o meno, ecco tutto quello che devi sapere per avere successo nella creazione di campagne di marketing esperienziale.

5 componenti chiave di una campagna di marketing esperienziale di successo

  1. Traffico. Ospitalo in una zona altamente trafficata. Hai bisogno che le persone ci si imbattano e vogliano partecipare. Vuoi anche limitare il tempo in cui sono in grado di farlo, al fine di creare scarsità. Si può fare mail marketing esperienziale, ma costruire quell’energia e quel fermento attraverso la carta è molto più difficile.
  2. Attività. Per i migliori risultati, impiegate una componente attiva. Non si tratta di convincere il tuo pubblico a guardare il tuo nuovo video di marketing. Hai bisogno di una componente attiva per guidare il coinvolgimento.
  3. Branding. Se ti dai da fare per attirare una folla, l’ultima cosa che vuoi è che la gente ti chieda: “A cosa è servito? Vuoi che sappiano chi c’era dietro il marketing esperienziale o non sarà un esercizio di branding e quindi non avrà successo.
  4. Video. In un buon evento di marketing esperienziale, i partecipanti lo cattureranno su video e lo condivideranno sui social media. Ma siccome vuoi delle riprese affidabili e di buona qualità, l’unico modo per garantirle è farlo tu stesso.
  5. Condivisioni. I social media sono essenziali per una buona campagna. Di nuovo, altri probabilmente lo faranno per te, ma condividerlo con il tuo pubblico ti aiuterà a costruire lo slancio, a far parlare la gente e ad aiutare anche coloro che non erano presenti a goderselo.

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità

Cosa c’è nel Marketing Esperienziale?

Oltre alle cinque cose elencate sopra che fanno una campagna di marketing esperienziale di successo, è importante notare che il marketing esperienziale utilizza diversi tipi di marketing. Si tratta di una campagna con parti mobili. Non è semplicemente un evento. Per una campagna di marketing esperienziale di successo puoi usare:

  • Un’esperienza. È necessario creare qualcosa di memorabile per il pubblico. Questo può coinvolgere la tecnologia, apparizioni di celebrità, concorsi o omaggi.
  • Social media marketing. Devi creare una strategia su come userai i social web per diffondere il tuo evento.
  • Pop up. Alcuni marketing esperienziali includono offerte di vendita al dettaglio o degustazioni pop-up per capitalizzare l’eccitazione.
  • Relazioni pubbliche. Avere qualcuno specializzato nel raccontare la storia e nel far girare la voce è utile.
  • Una strategia. Puoi ospitare l’evento più bello di sempre, ma se non è legato ad un obiettivo di business, è solo un sacco di spettacolo.

Perché dovresti usare il marketing esperienziale

Al suo livello più elementare, le aziende impiegano il marketing esperienziale perché fa una grande impressione. La gente lo ricorda, ne parla e lo condivide. È oro del marketing e per questo può essere costoso.

L’Huffington Post Canada ha proclamato in un articolo che il marketing esperienziale dominerà il 2017. Ecco alcune altre ragioni per cui potrebbero avere ragione:

  • Crea grandi contenuti.
  • Forma connessioni e mostra un lato diverso della tua organizzazione.
  • Il marketing esperienziale è divertente e il pubblico ama il divertimento.
  • Il tuo marchio può essere più forte quando viene vissuto. Ci sono alcuni marchi che la gente ha solo bisogno di sentire, vedere, toccare o assaggiare.
  • Si distinguerà di persona e sui social media. Questo non è facile da fare al giorno d’oggi.
  • Fa arrivare il tuo prodotto nelle mani delle persone invece di mettere loro l’onere di provarti.
  • Le persone che sperimentano il tuo marchio spesso si sentono interessate abbastanza da agire e acquistare il tuo prodotto o servizio.

Il marketing esperienziale è solo per i grandi marchi?

La ragione per cui i grandi marchi sono attratti dal marketing esperienziale è perché ha un impatto. Ma hanno anche tasche profonde e la maggior parte degli eventi di marketing esperienziale sono spettacoli costosi. Tuttavia, non devono esserlo per forza. Si può fare un grande colpo anche con pochi soldi. Ci vuole solo un po’ di pianificazione e creatività.

Come usare il marketing esperienziale con un budget

Prendi la creatività. La creatività regna quando il tuo budget è ridotto. Indossa il tuo cappello da pensatore e sogna dei modi in cui puoi fare impressione sulla folla. Pensa a cosa vuoi che la gente si porti via della tua azienda come punto di partenza.

Usa i cinque sensi. I nostri sensi creano alcuni dei nostri ricordi più vividi. Pensa all’infanzia e scommetto che ci sono odori che riaccendono ricordi buoni o cattivi. Se volete creare un ricordo indelebile, cercate modi per coinvolgere i cinque sensi del pubblico.

Fornite campioni in modo creativo. Se vendi un prodotto, cerca dei modi per assaggiare il tuo articolo. Questo potrebbe comportare degustazioni pop-up o prove gratuite sul posto. Questa tattica muove i prodotti per due motivi. Se avete un ottimo prodotto, il campionamento attirerà l’interesse della gente. Ma la maggior parte delle persone si sente anche obbligata, quando dai loro qualcosa, a darti qualcosa (come una vendita o una donazione) in cambio.

Go Big or Go Home. I flash mob fanno girare la gente a guardare e non sono costosi da organizzare. Molti di essi sono composti da volontari. Puoi usare ballerini di flash mob, cantanti o anche stuntman.

Fate qualcosa di scioccante. Prendete una lezione dalla campagna di marketing esperienziale di Nestle per la crema di caffè Natural Bliss. Il punto dietro il prodotto è che è naturale. Quale modo migliore per illustrarlo se non allestendo una caffetteria pop-up con baristi in abbigliamento au naturel e body paint. È stato scioccante ma abbastanza economico. Non sono sicuro di cosa penserebbe il dipartimento della salute dei nudisti che servono bevande calde, ma sicuramente ha portato la gente a prestare attenzione.

Grassroots Marketing. Il grassroots o guerilla marketing coinvolge un gruppo di soldati di fanteria del marketing. Basta non usare il tipo con fastidiosi appunti che ti inseguono (ahem, carta di credito Delta Airlines). La maggior parte di noi vuole far parte della folla. C’è sicurezza in questo e c’è spesso una paura di perdersi se si crede che tutti gli altri lo stiano facendo. L’assemblaggio di ambasciatori del marchio può essere fatto in modo relativamente economico se le persone amano già il tuo marchio. Mandate queste persone in strada o incoraggiatele a creare filmati per conto del vostro marchio.

I passi per il successo del marketing esperienziale

Come detto in precedenza, stai cercando di fare una grande impressione attraverso la creazione di un’esperienza del pubblico nel marketing degli eventi. Il marketing esperienziale funziona meglio quando la tua demografia è grande. Se hai un pubblico di nicchia, assicurati di andare dove sono o lancia una campagna molto mirata. Se non lo fai, stai sprecando soldi e tempo su persone che non compreranno il tuo prodotto o servizio. Ecco 11 passi su come costruire una campagna di marketing esperienziale di successo.

  1. Decidi cosa vuoi. Se questo evento ti rende un nome familiare, cosa vuoi da questo? Più vendite, l’opportunità di educare i potenziali clienti, una mailing list più ampia, notorietà, iniziare una conversazione con i clienti, o far godere il tuo prodotto alle celebrità? Qualunque sia la tua risposta a questa domanda influenzerà la tua strategia e ciò che farai.
  2. Utilizza i tuoi obiettivi per elaborare un piano che sia in linea con la tua azienda, prodotto e/o servizio.
  3. Scopri uno spazio pubblico. Il traffico pedonale è essenziale per attirare una folla. Non dimenticare di controllare i permessi o altre questioni legali necessarie.
  4. Pianifica la componente interattiva e prendi accordi per ciò di cui avrai bisogno sul posto, inclusi campioni, tecnologia, presentatori, ecc.
  5. Crea un copione per creare entusiasmo e coinvolgimento tra la folla.
  6. Decidete se creerete una situazione di vendita al dettaglio pop-up, prenderete ordini, raccoglierete contatti, o semplicemente lavorerete per fare colpo.
  7. Decidete se si tratta di un evento di un giorno, qualcosa che dura una settimana, fa parte di un tour nazionale o internazionale, o stagionale.
  8. Programmate un concorso come parte del vostro evento. I concorsi alimentano la partecipazione. Coca Cola ha regalato biglietti gratis per il film di James Bond Skyfall ai partecipanti che hanno corso con successo attraverso una stazione ferroviaria, superando ostacoli e assumendo il ruolo di un agente Double O.
  9. Aggiungete una componente emotiva. Questo è un passo in più e non è essenziale, ma aggiunge un tocco speciale al tuo marketing esperienziale. Nel 2013, Milka ha venduto 10 milioni di barrette di cioccolato a cui mancava un pezzo. All’interno si chiedeva all’acquirente se volevano che il pezzo mancante fosse inviato a loro o a un amico. È stato un bel modo di connettersi e un modo che non ha richiesto una folla, ma ha fatto parlare la gente.
  10. Crea un piano per i social media. Se le cose vanno bene, il tuo evento farà parlare molto di sé. Ecco perché tutto deve essere brandizzato e un hashtag di social media dovrebbe essere usato in modo prominente in modo che quando la gente parla, le conversazioni possono essere trovate facilmente. Non pensate solo a twittare o a postare un video. Pensate a modi creativi per ottenere la maggior copertura dei social media. Stuzzica il tuo pubblico prima, coprilo dal vivo, e poi mostra a chi non c’era quanto è stato divertente.
  11. Non dimenticare la chiamata all’azione. Non far agitare le persone senza dar loro qualcosa da fare. È importante spingerli all’azione quando la corrente è a tuo favore.

Come il marketing esperienziale aiuta a raggiungere la folla under 35

I marchi spesso hanno difficoltà a raggiungere la folla under 35 perché ignorano ampiamente gli annunci. Sono esperti nel filtrare le pubblicità attraverso metodi come lo streaming dei programmi televisivi, l’avanzamento veloce degli spot sui DVR e il pagamento di tariffe di aggiornamento per evitarli.

Tuttavia, la generazione più giovane ama le esperienze. Il 72% ha rivelato che preferirebbe pagare per un’esperienza piuttosto che comprare un oggetto materiale. Questo è di buon auspicio per il marketing esperienziale e le marche che vogliono raggiungere i consumatori sotto i 35 anni.

Questo gruppo è anche esperto di tecnologia, la più grande demografia sul sito di condivisione visiva Instagram, e in gran parte ben informato sui social media. Ciò significa che se state mirando a una folla di under 35 come parte della vostra campagna di marketing esperienziale, probabilmente la copriranno per voi sui social media – un bonus aggiunto quando si tratta di aumentare il vostro pubblico. Secondo Splash, l’81% delle persone sotto i 35 anni ha ammesso di condividere foto sui social media durante un evento di marca.

Sapendo che il gruppo sotto i 35 anni ama i siti di immagini e condivide attivamente su di essi, dovresti assicurarti che il tuo evento di marketing esperienziale sia degno di immagine. Uno dei modi per farlo è quello di dare swag di marca, assaggi, o altre esche per i social media. Si può anche creare un concorso intorno ad esso, coinvolgendo il caricamento di foto o il voto per le immagini.

Gli under 35 apprezzano anche l’autenticità quando si tratta di marchi e la capacità di “sbirciare dietro le tende” dei loro marchi preferiti. Il marketing esperienziale fa entrambe queste cose. Mostra loro un altro lato e permette ad una personalità esuberante di brillare, il che stimola l’energia, una delle cose che rende un grande evento.

Per esempio, Lean Cuisine ha lanciato una campagna di marketing esperienziale nella Grand Central Station di New York. Invece di pesare le donne in libbre, hanno chiesto loro con cosa avrebbero voluto essere pesate. Le risposte sono state trascritte su bilance che sono state poi appese su una grande parete. È stato incredibilmente ben accolto perché ha colpito le relazioni avverse che molti di noi hanno con le bilance e i nostri corpi e come siamo più di questo. È stato un messaggio autentico ed emotivamente connesso a cui molte persone hanno risposto. Guarda l’evento qui.

In conclusione

Il marketing esperienziale è stato a lungo dominato dai grandi marchi a causa delle spese necessarie per condurre una campagna di alto profilo. Ma non ha bisogno di esserlo. I componenti principali di una campagna di marketing esperienziale di successo sono la creatività, la creazione di un’esperienza divertente e il lancio di una campagna che si adatti ai vostri obiettivi di marketing. Con queste idee di base, puoi creare un’esperienza che piacerà al tuo pubblico.

Il marketing esperienziale è tutto sul fattore wow, quindi non volete accontentarvi di cose ordinarie o già fatte.

Risorse aggiuntive consigliate sul marketing esperienziale

3 eventi esperienziali che hanno sfidato il pensiero del pubblico
7 esempi di marketing esperienziale ispiratori e scandalosi
L’ascesa degli eventi pop-up e ciò che gli organizzatori di eventi devono sapere
6 mostre immersive che sono diventate attrazioni
10 tendenze nel marketing esperienziale per il 2017 (webinar, registrato)
I 10 migliori eventi pop-up
Condivisione di Eventprofs: 4 Tendenze Incorporanti nel Design degli Eventi

.

Lascia un commento