Senza tetto + self storage: Come essere compassionevoli e prevenire gli inquilini che vivono in casa

Non c’è niente di più deprimente della vista di una persona che vive al freddo senza un tetto. Come passante, è probabile che tu voglia aiutare in qualche modo – magari offrendo loro un pasto caldo o un posto sicuro dove stare per la notte. È triste vedere persone che vivono in circostanze sfortunate, soprattutto con l’avvicinarsi delle vacanze, e per i proprietari e i gestori di magazzini self storage, l’aumento dei costi degli alloggi e la mancanza di una casa presentano un altro problema: gli affittuari che vivono in casa.

Uno dei nostri post più popolari del blog si concentra su come (e perché) prevenire gli affittuari che vivono in casa nel tuo magazzino. Anche se questo articolo è stato scritto nel 2013, il problema non sta scomparendo. Le strutture in Pennsylvania, Kansas, Colorado, Florida e Nebraska hanno tutte recentemente fatto notizia con alcune storie pericolose e scoraggianti di inquilini che vivono nelle loro unità di stoccaggio in affitto.

Se sei un veterano dell’industria del self storage, probabilmente ti sei imbattuto in questa situazione nella tua proprietà di stoccaggio. Ogni situazione è diversa, e a volte è difficile sapere cosa fare. Forse hai il sospetto che un inquilino sia un senzatetto, ma non sei sicuro, o hai dovuto respingere un numero crescente di persone che hanno un disperato bisogno di un riparo e cercano di affittare un’unità. Il problema degli affittuari che vivono in casa è straziante, e può anche essere molto pericoloso. Come proprietario o gestore di un deposito, ci sono dei passi che puoi fare per prevenire gli affittuari che vivono in casa e allo stesso tempo essere compassionevole e gentile con coloro che sono meno fortunati nella tua comunità.

Il problema:

A seconda di dove vivi, i senzatetto potrebbero essere un problema quasi invisibile, ma non per i residenti di Los Angeles, Honolulu, o Washington, D.C. Le Hawaii hanno il maggior numero di senzatetto in tutto lo stato, con molti accampamenti di senzatetto che si estendono per chilometri, un gran numero di famiglie che vivono (e persino bambini che nascono) per strada. Los Angeles e New York City hanno le più grandi popolazioni di senzatetto in America, con oltre 58.000 senzatetto a Los Angeles e più di 62.000 a New York. Quasi il 10% dei senzatetto sono veterani, e Washington D.C. ha il più alto numero di veterani senzatetto del paese. Oltre il 40% dei giovani senzatetto si identifica come LGBTQ, e 1 bambino su 45 sperimenterà la condizione di senzatetto ogni anno.

Come succede? L’aumento del costo della vita è un fattore che contribuisce. Molte persone impoverite sono a rischio di senzatetto perché è difficile per loro permettersi un alloggio. Più di 7 milioni di famiglie statunitensi stanno pagando più del 50% del loro reddito per l’alloggio, un problema che è particolarmente diffuso nelle città con costi abitativi insolitamente alti come San Francisco, Denver, New York e Washington, D.C.

Anche l’epidemia di oppioidi è un fattore che contribuisce. Nell’ottobre 2017, la crisi degli oppioidi in America è stata dichiarata un’emergenza sanitaria pubblica. Le persone che vivono senza casa sono spesso invischiate nel mezzo dell’epidemia – i tassi di dipendenza diffusi stanno contribuendo ad un peggioramento del tasso di senzatetto in molte comunità. Con l’uso prevalente di droghe e poche risorse, i senzatetto e le popolazioni impoverite possono avere difficoltà a trovare un alloggio sicuro, portando alla condizione di senzatetto cronico.

La situazione:

Tutte queste persone hanno bisogno di un posto per dormire stasera. Potrebbero dormire nella loro auto, chiamare un amico e chiedere di stare sul suo divano, o accamparsi sul lato della strada. Rispetto al dormire sul marciapiede, stare in un magazzino comincia a sembrare un’opzione sempre più attraente – specialmente se il magazzino è climatizzato e il tempo fuori è gelido.

A prescindere dalla situazione, è illegale abitare in un magazzino – la legge vieta sia agli animali che agli uomini di vivere nei magazzini. Non dovresti spiegare ai tuoi inquilini perché vivere in un magazzino è una cattiva idea, ma se devi, ecco una breve panoramica del perché è illegale:

  • L’inquilino potrebbe morire. Non è sicuro sia per gli altri inquilini che per l’inquilino. Non ci sono allarmi antifumo, le porte dei magazzini non sono progettate per essere aperte dall’interno, e l’edificio non è suddiviso in zone come residenza. Gli inquilini che fumano o tentano di cucinare il cibo nella loro unità potrebbero appiccare un incendio e rimanere intrappolati all’interno. Gli inquilini possono anche creare situazioni pericolose per gli altri inquilini della struttura, compromettendo la sicurezza della vostra struttura.

  • L’inquilino potrebbe andare in prigione. Prima o poi (probabilmente prima), l’inquilino sarà preso e la situazione sarà probabilmente gestita dalla polizia. Se sono coinvolti dei bambini, i servizi di protezione dell’infanzia potrebbero cercare di rimuovere permanentemente i bambini dalla custodia dell’inquilino. Questo diventa una situazione legale molto seria per l’inquilino abbastanza rapidamente.

  • Viola il contratto di locazione dell’inquilino. Il contratto d’affitto degli inquilini specifica che non possono vivere nell’unità. (O come la metterei io, la classica risposta “perché l’ho detto io!”). A causa dei termini del contratto di locazione, un inquilino che viola il contratto sarà colpevole di un reato civile. Come proprietario, sarai responsabile dei danni se consapevolmente permetti a un affittuario di vivere nel suo magazzino e chiudi un occhio.

Non importa quanto sia squallida la loro situazione di vita o quanto sia gentile l’inquilino, come manager, non puoi permettere o consentire agli inquilini di vivere o passare la notte nel loro magazzino. È illegale, pericoloso e potrebbe portare a situazioni di pericolo di vita per gli altri inquilini. Quindi cosa si dovrebbe fare? Hai alcune opzioni.

Cosa fare:

Per un proprietario di magazzino, ogni situazione è diversa. A volte potrebbe essere difficile sapere cosa fare – potresti non avere prove solide che un inquilino stia vivendo nella sua unità. Potresti solo sospettare che stia succedendo qualcosa di losco o che il tuo affittuario stia lottando per andare avanti. Ascoltate sempre il vostro istinto e, in caso di dubbio, cercate l’aiuto di altri, sia che si tratti di contattare i vostri partner nella gestione o di contattare la polizia locale. Se vi imbattete in una delle tre situazioni seguenti, seguite questi utili passi per stare al sicuro ed essere compassionevoli.

Cosa fare se trovate un inquilino che vive nel suo magazzino:

Se trovate un inquilino che vive nel suo magazzino, dovete sfrattarlo (e le sue cose) immediatamente, altrimenti l’inquilino (e voi!) potrebbe essere accusato di reati – specialmente se sono coinvolti dei bambini. Ci sono dei passi per farlo in modo sicuro:

  1. Non avvicinare mai qualcuno che vive in un’unità da solo. Dovreste sempre chiamare la polizia (o almeno ottenere supporto da altri manager) per aiutarvi a sfrattare un inquilino che vive nella sua unità. Anche se non è una verità universale, molte volte le persone che vivono in un magazzino lo fanno per evitare la polizia. Potrebbero essere sotto l’influenza di droghe o alcool o nascondere attività illegali, e potrebbero diventare aggressivi o violenti quando gli si chiede di lasciare o liberare la proprietà. Promuovendo ottimi rapporti con le forze dell’ordine locali, sarete in grado di garantire la vostra sicurezza avendo un ufficiale di polizia presente quando chiedete all’inquilino di sgomberare.

  2. Tenete registri dettagliati. Se la polizia viene coinvolta oltre ad aiutare semplicemente a rimuovere l’inquilino, avrete bisogno di fornire registrazioni dettagliate, come filmati di sicurezza, registrazioni del registro del cancello, attività della tastiera, registrazioni del manager in servizio, tutta la storia dei pagamenti e altro. Più dettagliata è la documentazione sull’inquilino, più sicuro sarà il tuo business nel caso in cui l’inquilino intraprenda un’azione legale contro la tua struttura.

  3. Aumenta la sicurezza. Se l’inquilino è in ritardo con l’affitto e gli si chiede di lasciare la proprietà, preparatevi al contraccolpo. Potrebbero cercare di continuare ad accedere alla loro unità accampandosi davanti alla proprietà, irrompendo nella struttura, o peggio. Proteggi la tua proprietà e i tuoi inquilini paganti aumentando la sicurezza – chiedi a un agente di polizia di attraversare la struttura nelle prossime notti e controlla attentamente le telecamere. Fai dei controlli più frequenti e a intervalli irregolari al mattino presto e alla sera tardi.

Come aiutare gli inquilini che sospetti siano senzatetto:

Ovviamente, non puoi permettere agli inquilini senzatetto di dormire nel loro magazzino. Ma può essere difficile semplicemente buttarli sul lastrico – come persona caritatevole e generosa, volete aiutarli perché è la cosa giusta da fare. Probabilmente non puoi permetterti di sborsare 100 dollari per una stanza d’albergo ogni volta che una persona meno fortunata passa dal tuo ufficio, quindi cosa dovresti fare? Seguite questi passi per aiutare gli affittuari che sospettate siano senza casa.

  1. Siate decisi, ma gentili. La vostra posizione è semplice – non bighellonare e non dormire nella vostra unità, senza se e senza ma. Non metterli in imbarazzo di fronte agli altri, ma sii fermo sulla tua politica. Offri un orecchio gentile e sii comprensivo con i problemi del tuo inquilino. Solo perché non permetterai loro di vivere nel loro magazzino, non significa che sei il loro nemico.

  2. Offrirai informazioni su rifugi e risorse locali. Avendo opuscoli su rifugi locali, servizi di assistenza alla transizione, dispense alimentari, mense per i poveri, chiese con porte aperte e opzioni di alloggio a prezzi accessibili disponibili dietro il bancone, sarete in grado di fare più che mostrare la porta alle persone in difficoltà. Se non hai opuscoli disponibili, stampa semplicemente qualcosa per l’inquilino con informazioni su dove si trova il rifugio più vicino, come arrivarci, quali giorni sono aperti e a che ora chiudono. Raggiungete le case di transizione e i ministeri nelle vicinanze – probabilmente saranno in grado di aiutarvi con queste conversazioni difficili e fornirvi consigli.

  3. Non offrite soldi o le vostre informazioni personali. Anche se vuoi aiutare ed essere comprensivo, non permettere agli inquilini che sospetti siano senzatetto di incassare nel tuo ufficio o di avere accesso alle tue informazioni personali. Stabilisce un pericoloso precedente per l’accattonaggio e gli inquilini che attraversano la linea in un modo che colpisce la tua sicurezza personale.

  4. Volontari il tuo tempo in una mensa locale. Se continui a sentirti in colpa per aver allontanato dalla tua attività coloro che vivono senza casa, offri il tuo tempo come volontario in una mensa locale o in una dispensa di cibo. Fatti coinvolgere nel piano d’azione della comunità per assistere coloro che stanno lottando per trovare un alloggio economico o che sono senza casa. Come proprietario o manager di un self storage, hai una conoscenza più diretta di molti altri, e le tue esperienze personali possono fare una differenza positiva nella tua comunità.

  5. Organizza una raccolta di cibo nella tua struttura. Questo è un altro ottimo modo per essere coinvolti direttamente nel restituire a coloro che sono meno fortunati nella tua comunità. Organizza una raccolta di beneficenza mettendo da parte un angolo del tuo ufficio o un magazzino vuoto per donazioni di cibo non deperibile, articoli da toilette, borse regalo (con elementi essenziali come dentifricio, deodorante, abbonamenti per l’autobus e altro), o giocattoli per bambini. Prendete accordi per donare gli articoli a un ente di beneficenza locale che possa farli arrivare a chi è in difficoltà, poi pubblicizzate il vostro evento di beneficenza e iniziate a raccogliere donazioni!

Infine, sappiate che scegliere di non affittare a una persona che sospettate sia un senzatetto e che cercherà di vivere nel suo appartamento non fa di voi una cattiva persona. Avete un’attività da gestire, la sicurezza da mantenere e le cose e la sicurezza degli inquilini da proteggere. Puoi ancora essere utile e gentile con coloro che sono in situazioni disperate, mentre proteggi e sostieni la sicurezza della proprietà.

Come impedire ai futuri inquilini di vivere nelle tue unità di deposito:

Per evitare che altri inquilini cerchino di vivere nelle loro unità in futuro, segui questi passi. Aumenterai la sicurezza, scoraggerai le attività illegali, informerai i tuoi inquilini e insegnerai al tuo team come stare attenti alle attività illegali.

  1. Mantenere standard di sicurezza rigorosi. Tieni un registro dei cancelli, fai dei giri nella proprietà, controlla le registrazioni video con il tuo registro dei cancelli e ispeziona le unità di deposito secondo un programma. Gli inquilini che pensano di accamparsi saranno scoraggiati dalla tua vigilanza.

  2. Rendi le tue unità di deposito scomode da vivere. Anche se offrite unità a clima controllato, ci sono delle misure che potete prendere per rendere la vita nell’unità più difficile. Installa luci con sensori di movimento, chiudi le porte dei bagni a chiave, chiudi l’acqua calda nella tua struttura, taglia l’accesso elettrico alle unità ed esegui la manutenzione di routine.

  3. Addestra i tuoi manager a fare attenzione alle attività insolite. Un ottimo inizio potrebbe essere questo post sul blog! Semplicemente insegnando ai vostri manager a fare attenzione al bighellonare, all’attività insolita nel registro di accesso al cancello e all’attività atipica sulla telecamera, sarete in grado di individuare un inquilino che spera di vivere nella sua unità. Insegnate ai vostri manager come avvicinarsi agli inquilini che sospettano che stiano vivendo nella loro unità, e come rifiutare il servizio ai clienti che vogliono affittare un’unità per viverci.

  4. Mettetelo in chiaro nel vostro contratto di locazione. Se è già chiaro che la vostra posizione contro il vivere nella vostra unità è ferma, rendetela più chiara. Esaminate quali sono le conseguenze per vivere nel vostro magazzino, attirate l’attenzione sulla dichiarazione e fatela siglare all’affittuario. Informate i nuovi affittuari delle vostre pratiche di monitoraggio video e del registro del cancello. Scoraggerai gli inquilini che sperano di passare inosservati e passare la notte nella loro unità senza essere scoperti.

Come proprietario o gestore di un magazzino, sei in una situazione unica in cui incontri spesso persone che sono in un periodo di transizione della vita. Quando gli altri stanno lottando e tu vuoi aiutarli, può essere difficile mantenere la tua posizione. Ricordate che potete essere gentili e disponibili con coloro che stanno affrontando il problema dei senzatetto, pur prendendo una posizione ferma contro gli affittuari che vivono nella vostra struttura e mantenendo standard di sicurezza rigorosi.

Alla fine della giornata, è importante ascoltare il vostro istinto. Che un inquilino sia un senzatetto o meno, se ti dà una brutta sensazione, cerca di aggirare le regole o è irrispettoso nei confronti della direzione, non aver paura di dire semplicemente no. Ricorda che la reputazione della tua azienda può essere macchiata da un inquilino terribile, e i tuoi clienti contano su di te per mantenere la sicurezza della struttura eliminando le mele marce. Fate attenzione, siate gentili e usate il vostro miglior giudizio!

Grazie per aver letto! Se ti piace questo post del blog, potrebbe piacerti anche: Come (e perché) prevenire gli affittuari che vivono in casa, 10 modi in cui il tuo marchio di self storage può restituire durante il mese della consapevolezza del cancro al seno, e Come la tua struttura può restituire alla tua comunità durante le vacanze.

Lascia un commento