Research ReportFantom phone signals: Un’indagine sulla prevalenza e i predittori dei segnali immaginari del telefono cellulare

Questo articolo mira a chiarire il peculiare fenomeno dei segnali immaginari del telefono cellulare, o Phantom Phone Signals (PPS), che è definito come la percezione individuale di un segnale telefonico, che indica una chiamata in arrivo, un messaggio o una notifica di social media, quando in realtà non è stato trasmesso alcun segnale. Un sondaggio tra 408 cittadini statunitensi ha confermato che il PPS è un fenomeno molto diffuso: Quasi il 50% di tutti gli intervistati ha indicato di sperimentare qualche forma di PPS almeno una volta alla settimana, e il 63% almeno una volta al mese. Ulteriori risultati mostrano che l’intensità dell’uso del telefono, l’uso eccessivo auto-riferito, e la dipendenza dal telefono sono positivamente correlati alla frequenza di sperimentare PPS. La spiegazione di questi risultati potrebbe essere che gli schemi cronicamente accessibili risultanti dall’uso intensivo del telefono possono risultare in interpretazioni errate di altri segnali, o in allucinazioni benigne, e che l’importanza percepita dell’uso del telefono rende le persone più attente ai potenziali segnali del telefono. Il bisogno di popolarità (PFN) ha dimostrato di essere un predittore più forte di PPS rispetto al bisogno di appartenenza, sostenendo l’ipotesi che il PFN è un buon predittore per il comportamento socialmente indotto. Infine, le norme ingiuntive e descrittive sull’essere accessibili al telefono si sono avvicinate alla significatività solo nella loro relazione positiva con l’esperienza di PPS.

Lascia un commento