Presidente del sindacato dei minatori: 'Il carbone' non è tornato. Nessuno ha salvato l’industria del carbone.'

(CNN) Il presidente della United Mine Workers of America ha detto mercoledì che l’industria del carbone non è “tornata”, nonostante le affermazioni del presidente Donald Trump.

Cecil Roberts ha detto in un evento a Washington che il suo messaggio a Trump e ad altri candidati alla presidenza nel 2020 è: “Il carbone non è tornato. Nessuno ha salvato l’industria del carbone”. Ha detto che le centrali a carbone stanno chiudendo in tutto il paese, definendola una “dura realtà”.”

Trump ha tenuto un raduno in West Virginia nell’agosto 2018 dove ha propagandato la proposta della sua amministrazione di consentire agli stati di fissare i propri standard di emissioni per le centrali a carbone. In quell’occasione ha dichiarato: “Siamo tornati. L’industria del carbone è tornata”.

Vedi altro

La regola Affordable Clean Energy dell’amministrazione Trump potrebbe provocare 1.400 morti premature in più entro il 2030, secondo l’Environmental Protection Agency, mentre il piano dell’era Obama che sostituirà avrebbe evitato 3.600 morti premature dovute all’inquinamento delle centrali a carbone entro quell’anno. Il Clean Power Plan di Obama era destinato a ridurre le emissioni di gas serra, che contribuiscono alla crisi climatica, fino al 32% rispetto ai livelli del 2005 entro lo stesso anno.

Roberts ha detto che Trump tagliando alcuni dei regolamenti dell’era Obama che limitavano le emissioni delle centrali a carbone “forse ha mantenuto l’industria del carbone … in esistenza”, ma che gli impianti stanno ancora chiudendo “drammaticamente” e il mercato continua a ridursi. Ha detto che i posti di lavoro nelle miniere di carbone continueranno ad essere persi a causa di ciò che ha chiamato una cattiva politica pubblica, e “alla fine non ci sarà più mercato qui o solo le aziende più forti sopravviveranno”.

Sotto Trump sono state chiuse più centrali a carbone che durante il primo mandato di Obama, in gran parte a causa delle forze del libero mercato.

Roberts, che ha detto di credere che la crisi climatica globale sia reale, ha detto che l’unica cosa di cui sente parlare i candidati presidenziali del 2020 “è come salveranno tutti i minatori di carbone in questo paese o si libereranno di tutti i minatori di carbone in questo paese. Fallo domani, non stai ancora risolvendo il cambiamento climatico.”

Ha detto che la tecnologia che rimuove il carbonio dalla combustione del carbone deve essere sviluppata per risolvere l’emergenza climatica.

Roberts ha anche pregato il presidente di twittare che crede che i minatori di carbone che hanno diritto alla pensione dovrebbero averla. Ha notato che Trump ha ripetutamente detto che ama i minatori di carbone, e ha chiesto al presidente di “farci solo 15 secondi della sua giornata”, aggiungendo che non stava criticando Trump.

A luglio, minatori di carbone in pensione e sostenitori sono andati a Capitol Hill per sollecitare i membri del Congresso a proteggere le loro pensioni, secondo il sito web della United Mine Workers of America. Hanno sollecitato il sostegno per il Miners Pension Protection Act, un disegno di legge che è stato introdotto all’inizio di quest’anno alla Camera dei Rappresentanti da Rep. David McKinley, un repubblicano della West Virginia.

“Il fondo pensione dell’UMWA è diretto verso l’insolvenza, con quasi tutte le aziende del carbone che hanno pagato nel fondo ora in bancarotta”, si legge sul sito web.

Casey Riddle, Nicky Robertson e Ellie Kaufman della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento