Prendi tutto lo sporco.

Il primo grande drammaturgo americano

Quando Eugene O’Neill iniziò a scrivere per il palcoscenico all’inizio del XX secolo, il teatro americano era dominato dal vaudeville e dai melodrammi romantici. Influenzato da Strindberg, Ibsen e altri drammaturghi europei, O’Neill giurò di creare un teatro in America, spogliato dal falso sentimentalismo, che avrebbe esplorato i più profondi moti dello spirito umano. Nel 1914, scrisse: “Voglio essere un artista o niente”

Durante gli anni ’20, ricevette il premio Pulitzer per tre delle sue opere – Oltre l’orizzonte, “Anna Christie” e Strange Interlude. Altri successi popolari, tra cui L’imperatore Jones, La scimmia pelosa, Desiderio sotto gli olmi, Il grande Dio Brown e Il lutto diventa Elettra, gli portarono il plauso internazionale. Nel 1936, gli fu assegnato il Premio Nobel per la letteratura – l’unico drammaturgo americano ad essere così onorato.

O’Neill sperimentò nuove tecniche drammatiche e osò affrontare temi controversi come il matrimonio interrazziale, la parità dei sessi, il potere della mente inconscia e la presa del materialismo sull’anima americana. In ognuna delle sue opere, ha cercato di rivelare le forze misteriose “dietro la vita” che modellano il destino umano.

Tre delle sue ultime opere, scritte a Tao House, svettano sulle altre: The Iceman Cometh, Long Day’s Journey into Night e A Moon for the Misbegotten. Queste opere autobiografiche ritraggono, con “fedele realismo”, le figure ossessionanti di suo padre, sua madre e suo fratello che incombono sullo sfondo della maggior parte delle sue altre opere. Gli fu assegnato un quarto premio Pulitzer, postumo, nel 1956 per Long Day’s Journey into Night.

In una carriera di tre decenni, Eugene O’Neill cambiò per sempre il teatro americano.

Bibliografia delle opere

1. Una moglie per una vita (1913)
2. La tela (1913)
3. Sete (1913)
4. Avvertimenti (1913)
5. Imprudenza (1913)
6. Fog (1914)
7. Bread and Butter (1914)
8. The Movie Man (1914)
9. Bound East for Cardiff (1914)
10. Abortion (1914)
11. Servitude (1914)
12. Il cecchino (1915)
13. L’equazione personale (1915)
14. Prima della colazione (1916)
15. Ora ti chiedo (1917)
16. In the Zone (1917)
17. Ile (1917)
18. Il lungo viaggio verso casa (1917)
19. La luna dei Caraibi (1917)
20. La corda (1918)
21. Oltre l’orizzonte (1918) – Vincitore del Premio Pulitzer, 1920
22. Shell Shock (1918)
23. The Dreamy Kid (1918)
24. Dove si fa la croce (1918)
25. Esorcismo (1919)
26. La paglia (1919)
27. Chris Christopherson (1919)
28. Oro (1920)
29. Anna Christie (1920) – Vincitore del Premio Pulitzer, 1922
30. L’imperatore Jones (1920)
31. Diff’rent (1920)
32. Il primo uomo (1921)
33. La scimmia pelosa (1921)
34. La fontana (1923)
35. Saldato (1923)
36. All God’s Chillun Got Wings (1924)
37. Desire Under the Elms (1924)
38. Marco Millions (1925)
39. Il Grande Dio Marrone (1926)
40. Lazarus Laughed (1926)
41. Strange Interlude (1928) – Vincitore del Premio Pulitzer, 1928
42. Dinamo (1929)
43. Mourning Becomes Electra (1931)
44. Ah, Wilderness! (1933)
45. Giorni senza fine (1933)
46. Un tocco di poeta (1935-1942)
47. More Stately Mansions (1936-1939), Unfinished
—- 1937, Eugene e Carlotta si trasferiscono a Tao House —-
48. The Iceman Cometh (1939)
49. Long Day’s Journey into Night (1941) – Vincitore del Premio Pulitzer, 1957
50. Hughie (1941)
51. A Moon for the Misbegotten (1943)

Risorse online

eOneill.com – Un archivio elettronico di O’Neill che include il testo completo di una selezione di opere teatrali, un archivio di produzione delle opere di O’Neill e altre risorse accademiche.
Wikipedia – La voce di Wikipedia per Eugene O’Neill
Eugene O’Neill Society – Un’organizzazione accademica e professionale senza scopo di lucro dedicata alla promozione e allo studio della vita e delle opere di Eugene O’Neill e del dramma e del teatro di cui il suo lavoro fu in gran parte l’ispiratore e il modello.
L’Eugene O’Neill Theater Center – Fondato nel 1964 da George C. White, in onore dell’unico drammaturgo americano vincitore del premio Nobel, l’O’Neill è sede della National Playwrights Conference, National Music Theater Conference, National Theater Institute, e altro ancora. L’O’Neill Center gestisce anche il Monte Cristo Cottage, la casa d’infanzia di O’Neill situata nella vicina New London.

Lascia un commento