Perché gli uomini hanno la barba? Un’indagine dal punto di vista della biologia evolutiva

Credit: .

Una delle caratteristiche più facilmente riconoscibili del dimorfismo sessuale negli esseri umani è il fatto che ai maschi cresce la barba mentre alle donne no. Ma qual è lo scopo di avere la barba in primo luogo, evolutivamente parlando?

La barba rende gli uomini più attraenti?

Quando ci sono importanti differenze fisiologiche tra maschi e femmine di una specie, queste caratteristiche sono il più delle volte dovute alla pressione evolutiva della selezione sessuale – il processo che favorisce i tratti che promuovono le opportunità di accoppiamento.

Charles Darwin ha proposto il concetto di selezione sessuale 150 anni fa in On the Origin of Species by Means of Natural Selection, ma il suo lavoro definitivo sulla selezione sessuale è stato senza dubbio coperto in una delle sue opere meno conosciute: The Descent of Man, and Selection in Relation to Sex, pubblicata nel 1871. Anche se Darwin scrisse molto sulla selezione sessuale e offrì ampie prove a sostegno della sua tesi, questa semplice citazione dal libro illustra il concetto abbastanza chiaramente:

“Siamo, tuttavia, qui interessati solo a quel tipo di selezione, che ho chiamato selezione sessuale. Questa dipende dal vantaggio che certi individui hanno su altri individui dello stesso sesso e della stessa specie, in relazione esclusiva alla riproduzione.”

In sostanza, Darwin sosteneva che la selezione sessuale guidava la variazione di tratti come il colore della pelle e dei capelli, e formava anche molte differenze tra uomini e donne. Secondo Darwin, tali tratti aiutano, non nella lotta per la sopravvivenza (selezione naturale), ma nella lotta per la riproduzione.

Tuttavia, determinare gli effetti della selezione sessuale negli esseri umani è molto difficile perché il nostro comportamento è anche largamente guidato dalla cultura. Può essere difficile identificare un comportamento umano complesso che sia completamente indipendente dalla cultura o dall’apprendimento sociale. Per esempio, ci vestiamo con abiti alla moda per attrarre il sesso opposto – e la moda cambia sempre con i tempi e varia a seconda della posizione geografica. La legatura dei piedi nell’antica Cina e gli anelli al collo nei Kayan sono alcuni esempi estremi di questo comportamento.

Cosa c’entra tutto questo con la barba? Essendo una caratteristica distintiva degli uomini, è logico che la barba si sia evoluta per attirare le compagne. Tuttavia, gli studi sono stati piuttosto inconcludenti in questo senso.

Non è la barba, fratello. Credit: .

Uno studio del 2013 ha scoperto che “le donne giudicavano i volti con barba pesante come più attraenti e barbe pesanti, barbe leggere e facce rasate pulite come altrettanto meno attraenti”. Tuttavia, uno studio del 1996 ha raggiunto la conclusione opposta, trovando che gli uomini con “peli sul viso sono stati percepiti come più aggressivi, meno gradevoli, meno attraenti, più vecchi e con una maturità sociale inferiore rispetto ai volti rasati”

Per complicare ulteriormente le cose, la ricerca suggerisce che in tempi in cui la barba è di moda, essere rasati è più attraente, mentre se ci sono molti uomini rasati, la barba diventa più attraente semplicemente per contrasto.

Ad alcune donne piace molto la barba, mentre altre non la sopportano. Non c’è una preferenza universale per la barba su tutta la linea.

La mancanza di prove coerenti e il fatto che la maggior parte degli studi sono effettuati con partecipanti occidentali rende un caso povero che le barbe degli uomini servono ad attrarre le donne. Tuttavia, non siamo ancora fuori dal territorio della selezione sessuale.

La barba come segnale di dominanza per gli altri uomini piuttosto che un segnale di attrazione per le donne

I tratti favoriti dalla selezione sessuale non servono necessariamente ad attrarre, possono anche migliorare i risultati riproduttivi facendo apparire gli uomini più dominanti, quindi più capaci di respingere la concorrenza per le compagne.

Studi suggeriscono che gli uomini con la barba sono percepiti come più vecchi, più forti e più aggressivi di quelli che sono rasati.

Credit: .

Un interessante studio che ha valutato gli stili di peli facciali britannici tra il 1842 e il 1971 ha trovato che barbe e baffi sono diventati più di moda durante i periodi in cui c’era una grande proporzione di uomini single in competizione per un minor numero di donne.

Uno studio del 2015, pubblicato sulla rivista Behavioral Ecology, ha scoperto che le percezioni di dominanza degli uomini aumentavano con caratteristiche di mascolinità (voci più basse e maggiore crescita della barba). Le barbe non sembravano influenzare la valutazione dell’attrattiva di un uomo.

“Insieme, questi risultati suggeriscono che il livello ottimale di mascolinità fisica potrebbe essere diverso a seconda che il risultato sia il dominio sociale o l’attrazione del compagno. Queste duplici pressioni di selezione potrebbero mantenere una parte della variabilità documentata nella mascolinità fisica e comportamentale maschile che vediamo oggi”, hanno scritto gli autori.

Le barbe per attutire il colpo?

Credit: .

Oltre a migliorare i tratti di dominanza (e fornire il terreno perfetto per batteri e altri germi), la barba può anche servire uno scopo molto pratico.

Un recente studio, che è stato pubblicato nell’aprile 2020 sulla rivista Integrative Organismal Biology, suggerisce che la crescita di una folta barba offre protezione per la mascella umana dall’impatto della forza bruta.

Ricerche precedenti hanno suggerito che le mani umane si sono evolute per essere usate come armi e il viso umano è naturalmente sviluppato per resistere alla forza contundente.

Il nuovo studio suggerisce che la barba può anche offrire agli uomini un vantaggio durante gli scontri fisici con altri maschi. I ricercatori hanno coperto un cranio umano con un composito di fibra epossidica e hanno innestato una barba fatta di pelle di pecora non tagliata.

Le loro prove hanno scoperto che la barba finta ha assorbito il 37% di energia in più rispetto ai modelli senza capelli. Inoltre, i crani coperti di barba hanno rotto le ossa solo il 45% delle volte, rispetto ai crani senza capelli che si sono rotti quasi tutte le volte.

“Queste differenze erano dovute in parte a un lasso di tempo più lungo di erogazione della forza nei campioni con pelo. Questi dati supportano l’ipotesi che la barba umana protegga le regioni vulnerabili dello scheletro facciale dai colpi dannosi”, hanno scritto gli autori.

In conclusione: è altamente improbabile che la barba sia un caso di evoluzione. Invece, è probabile che siano il risultato di pressioni evolutive volte a rafforzare le gerarchie di dominanza, forse permettendo ad alcuni uomini di intimidire i concorrenti per le compagne. Possono anche aiutare negli scontri fisici con altri uomini, ammorbidendo l’impatto della forza bruta. Alla fine, purtroppo (o forse fortunatamente per voi), ci sono prove limitate che la barba rende gli uomini più attraenti.

Tag: barbedominanzamensexual selection

Lascia un commento