Parco del mese di maggio: Mayfield Park

(aggiornato al 30 luglio 2020). Per la dichiarazione del sindaco COVID-19, il centro è chiuso al pubblico dal 2 luglio 2020. Si prega di controllare la pagina di chiusura per l’aggiornamento.

Edifici storici, giardini colorati e pavoni brillanti creano una sensazione unica per questa oasi di Austin.

Mettere piede in Mayfield Park non è diverso dal mettere piede in un’oasi. Palme torreggianti, giardini lussureggianti e pavoni brillanti si riuniscono intorno agli stagni, il tutto circondato da un muro di roccia e dal “deserto” di una città oltre.

Mayfield è anche un’oasi metaforica. Persone di tutti i ceti sociali visitano il parco come una tregua dalle loro giornate impegnate. Che siano lì per raccogliere l’ispirazione artistica, per essere un tutt’uno con la natura mentre fanno yoga o semplicemente per avere un po’ di tempo tranquillo dall’ufficio, i visitatori vengono a Mayfield per crogiolarsi nella sua atmosfera fresca, calma e raccolta.

I 23 acri del parco vantano un pittoresco cottage disponibile per affitti di matrimoni ed eventi, stagni unici coperti di ninfee e i bellissimi pavoni per cui il parco è noto. I visitatori di Mayfield possono trovare i pavoni che si crogiolano al sole, si posano sugli alberi o semplicemente si pavoneggiano nel parco. La vista degli uccelli e i suoni dei loro richiami rendono la visita a Mayfield Park un’esperienza incredibilmente unica.

Mayfield ospita anche una varietà di altri animali selvatici. Aironi blu e verdi punteggiano gli alberi mentre pesci koi e tartarughe nuotano negli stagni sotto le ninfee. Le palme – il più grande stand di palme Sabal Texana a nord del fiume Rio Grande – forniscono una tregua ombreggiata dal sole estivo. I sentieri pedonali si snodano attraverso giardini a casetta pieni di piante tradizionali mantenuti da volontari della comunità.

I giardinieri volontari ricevono aiuto dal Mayfield Park / Community Project nella scelta delle piante tradizionali per i loro giardini. I fiori mescolati in modo casuale forniscono tutto l’anno colore, consistenza e profumo alle 32 aiuole dei volontari. I dolci aromi e i colori brillanti della flora piantata nei giardini – insieme alla brezza leggera e all’ombra fresca fornita dalla moltitudine di alberi del parco – attirano visitatori e volontari nell’area.

I giardini cottage, così come il resto delle caratteristiche di Mayfield Park, ricordano un’epoca precedente. Gli abitanti di Austin possono guardare ad Allison Mayfield e a sua figlia per gli inizi di questa bella oasi. Allison acquistò il cottage del parco e 23 acri per la sua famiglia come casa estiva nel 1909. Sua figlia, Mary, e suo marito, Milton Gutsch, si trasferirono nel cottage nel 1922 e procedettero ad aggiungere stanze alla casa, a progettare i giardini e a costruire i muri di pietra, gli stagni e le caratteristiche del giardino. Mary Mayfield Gutsch morì nel 1971 e lasciò la casa e gli acri alla città di Austin come parco.

Da allora, il Dipartimento Parchi e Ricreazione della città (PARD) ha avuto un enorme sostegno nel mantenere Mayfield Park. Il restauro del cottage e dei giardini è coordinato dal Mayfield Park / Community Project, che ha un accordo con il PARD per facilitare i miglioramenti all’interno delle pareti di roccia di Mayfield. Il gruppo lavora da un piano generale di conservazione, e il restauro procede come i fondi diventano disponibili.

La stessa Karen Cannatti di Austin è stata attiva con l’organizzazione di volontari da quando ha iniziato a ricevere fondi nel 1986. Spera che l’organizzazione continui a condividere l’impressionante storia di Mayfield con gli altri. “Poche persone conoscono il significato storico, che è una parte importante del parco”, ha spiegato. “Fondamentalmente, poiché abbiamo sviluppato un piano generale, il nostro scopo è stato quello di ripristinare il cottage e gli stagni al suo tempo originale…Ci piace dire che noi, tutti noi, siamo ospiti dei Gutsch.”

Gli sforzi di restauro hanno avuto molto successo finora. Secondo Cannatti, i membri hanno “praticamente restaurato la casa dal tetto alle tubature”. Tutte le caratteristiche del parco, dal cottage luminoso ai giardini colorati, permettono ai visitatori di immaginare l’area come esisteva una volta – compresi i suoi amati pavoni. Cannatti ha detto che gli uccelli “furono regalati negli anni ’30”. I pavoni del Mayfield Park di oggi discendono da quel primo stormo.

Con tutta la sua bellezza e splendore, non è una sorpresa che così tanti volontari e visitatori considerino Mayfield Park un’oasi di Austin. Quando le è stato chiesto cosa direbbe per attirare altri al parco, Cannetti ha risposto: “Avete la natura e i sentieri. Avete solo bellezza, una bellezza tranquilla. Avete un cottage storicamente significativo in stile bungalow del 1800. Avete i più antichi giardini esistenti in questa parte di Austin. È tutto storicamente significativo, ed è tranquillo… e un sacco di gente viene qui per riposarsi.”

Mayfield Park si trova al 3505 W. 35th St. ad Austin, Texas.

Lascia un commento