La ricerca dello stadio del NYCFC rallentata dal COVID-19: “Non era la priorità assoluta di nessuno”

Con New York City da tempo all’epicentro della pandemia di COVID-19, sia a livello globale che negli Stati Uniti, il CEO del NYCFC Brad Sims ha detto che l’attenzione recente del club si è spostata verso iniziative incentrate sulla comunità.

Un sottoprodotto è stata la ricerca in corso di uno stadio specifico per il calcio è andato in pausa. Il club attualmente gioca allo Yankee Stadium, sede della MLB, anche se lo scorso inverno ha confermato le discussioni con gli sviluppatori del Bronx per costruire uno stadio da 25.000 posti finanziato privatamente nelle vicinanze.

“A New York, specialmente con quanto duramente siamo stati colpiti all’inizio, era tutto sulle persone e sulla sicurezza”, ha detto Sims lunedì in una conferenza telefonica. “Non c’è stato davvero un sacco di dialogo specifico e di attenzione da allora, perché semplicemente non era la priorità principale di nessuno e non è davvero appropriato concentrarsi su questo durante i tempi in cui eravamo.”

Come lo stato di New York ha lentamente riaperto, Sims ha detto che c’è stato un cambiamento di mentalità per riprendere i progetti e i colloqui. Ha aggiunto che si tratta di un processo guidato dalla comunità, e non è sicuro di come COVID-19 abbia influenzato la tempistica generale.

“Penso che sia troppo presto per capire se questo ha avuto un impatto, e continuiamo a fare il nostro lavoro per controllare le cose che possiamo controllare”, ha detto Sims. “Ma alla fine il processo sarà guidato dai leader della comunità e dai funzionari locali eletti, dai consigli della comunità, ecc. Non vediamo l’ora che quel processo, si spera, inizi in un futuro molto prossimo.”

Sims ha anche discusso dove il NYCFC potrebbe giocare dopo che il torneo MLS is Back si conclude con la finale dell’11 agosto. La lega intende giocare le partite sul mercato, e Sims ha detto che l’imminente stagione MLB rende “molto, molto improbabile” che lo Yankee Stadium sarà disponibile.

In una chiamata separata, Sims ha detto che la Red Bull Arena, casa dei rivali dell’Hudson River Derby New York Red Bulls, è una possibilità. Il club ha giocato lì l’11 marzo durante una partita di Concacaf Champions League contro Tigres UANL, e l’anno scorso la partita Audi MLS Playoff è stata ospitata al Citi Field (casa dei New York Mets della MLB).

Sims ha detto che è diventato ben abituato a trovare sedi alternative e che la ricerca diventerà più chiara nelle prossime settimane. Anche la vicinanza e la capacità di giocare lo stile preferito del capo allenatore Ronny Deila sono fattori importanti, ha detto Sims.

“Stiamo lavorando su questo”, ha detto Sims. “Un sacco di parti mobili su come saremo in grado di avere tifosi o no. Se lo saremo, quale percentuale di capacità sarà consentita? Questa è davvero una situazione che è determinata dalle autorità governative locali. Quindi, un sacco di parti in movimento, ma stiamo attraversando il processo e vagliando numerose opzioni di sede.”

.

Lascia un commento