I gatti siamesi perdono il pelo?

Se sei interessato a prendere un gatto siamese, allora sei destinato ad avere almeno qualche domanda su questa razza di gatto. Adottare o comprare un gatto è una grande responsabilità, quindi è importante imparare se un gatto siamese è l’animale giusto per voi o no, prima di portarne uno in casa vostra.

Una delle domande che potreste avere è se i gatti siamesi fanno la muta o no. La risposta breve è sì, i gatti siamesi perdono il pelo, ma non più degli altri gatti. Infatti, poiché i gatti siamesi hanno un pelo piuttosto corto, lo spargimento non è così evidente come nella maggior parte degli altri gatti.

I gatti siamesi perdono molto pelo?

La buona notizia è che i gatti siamesi non perdono molto pelo. Subiscono due mute all’anno, il che è normale per i gatti come per altri animali pelosi.

Perché i Siamesi hanno un pelo piuttosto corto, lo spargimento non è difficile da gestire. Forse, è la razza perfetta per le persone che vogliono un compagno felino, ma non vogliono eccessivi peli di gatto su mobili e vestiti.

Si può aspettare che i gatti siamesi perdano più del normale in primavera, quando si liberano del loro spesso sottopelo invernale e in autunno, quando iniziano a crescere un nuovo sottopelo per l’inverno. Durante questi periodi, si raccomanda di pettinare il pelo del gatto ogni giorno per tenere sotto controllo il processo di spargimento e mantenere i tappeti e i mobili liberi da peli eccessivi.

Sfortunatamente, i gatti di casa spesso perdono la cognizione dei cambiamenti stagionali, e quindi spariscono continuamente tutto l’anno. In questo caso, lo spargimento di peli non sarà così eccessivo come durante la muta primaverile e autunnale, ma richiederebbe di pettinare regolarmente il gatto tutto l’anno e di passare spesso l’aspirapolvere.

Se non vuoi che il tuo gatto sparga sempre peli, allora devi fare in modo che non perda la cognizione dei cambiamenti stagionali. Per farlo, devi assicurarti che il tuo gatto passi molto tempo fuori. Se non ti fidi a lasciarlo fuori senza sorveglianza, dovrai portarlo a passeggio al guinzaglio o comprare un recinto per gatti all’aperto.

Il gatto siamese è ipoallergenico?

I gatti siamesi non sono ipoallergenici. In verità, non ci sono razze di gatti ipoallergenici. Alcune razze di gatti producono meno allergeni di altre, ma nessuna razza di gatti è sicura al 100% per le persone che sono allergiche ai gatti.

Il fatto che i gatti siamesi abbiano il pelo corto non rende questa razza più adatta alle persone con allergie ai gatti. Le persone non sono allergiche al pelo dei gatti, ma alle proteine della loro forfora, saliva e urina. Sfortunatamente, non ci sono prove affidabili che suggeriscono che i gatti siamesi producano meno allergeni di altre razze di gatti. Quindi, se siete allergici ai gatti, questa non è la razza giusta per voi.

Conclusione

Se state cercando un gatto che vada d’accordo con tutta la famiglia, bambini e cani inclusi, che sia facile da pulire e che non peli molto, allora un gatto siamese sarebbe la scelta perfetta. Con i gatti siamesi, una pettinatura regolare è tutto ciò che serve per tenere sotto controllo lo spargimento di peli e mantenere i vestiti e la casa liberi da peli eccessivi. Una cosa importante da notare, però, è che i gatti siamesi amano l’attenzione e non amano essere lasciati soli per lunghi periodi di tempo.

Lascia un commento