Gross Merchandise Value (GMV)

Che cos’è GMV?

GMV sta per Gross Merchandise Value (o Gross Merchandise Volume), che è un termine usato dai rivenditori online per misurare la quantità totale (cioè, Le aziende di eCommerce usano il GMV come indicatore di performance e quindi è visto come una misura di crescita. I confronti tipici di GMV possono essere su base trimestrale, mensile o annuale, o durante determinati eventi di shopping.

Come viene calcolato il GMV?

In generale, i rivenditori eCommerce calcolano il GMV moltiplicando la quantità di articoli venduti per il prezzo medio di vendita per articolo. Per esempio, se un’azienda vende 10 cappelli a 50 dollari ciascuno, il GMV per quel sito di eCommerce sarà di 500 dollari. Le aziende globali con mercati di eCommerce come eBay, Amazon e Alibaba hanno ciascuno un GMV elevato.

Il GMV non include le spese di consegna, i costi pubblicitari, gli sconti o i resi degli articoli. Infatti, la merce che è stata restituita potrebbe dover essere rimossa dalla somma finale per fornire un calcolo accurato.

Ti potrebbe interessare anche:

eCommerce

Profitto lordo

Margine di profitto

Esempi di modelli di vendita al dettaglio che utilizzano il GMV

Poiché non tutti i rivenditori eCommerce producono o entrano in contatto fisico con la merce che vendono, misurare il GMV di tutte le vendite finali fornisce un’idea delle prestazioni del sito web dell’azienda. Ecco alcuni esempi di tre diversi mercati di vendita al dettaglio che usano il GMV come metrica per avere un’idea delle prestazioni del loro sito web:

Mercato al dettaglio C2C: Nel mercato customer-to-customer, il rivenditore online funge da piattaforma di terze parti, o intermediario, facilitando le transazioni tra acquirenti e venditori. I rivenditori C2C non partecipano essi stessi come acquirenti o venditori, o entrano in contatto con la merce effettiva. I venditori elencano gli articoli che hanno in inventario sul sito di eCommerce e poi inviano gli articoli direttamente agli acquirenti una volta che la vendita online è completa.

Mercato di rivendita: In questo modello, il rivenditore online acquista merce da produttori, fabbricanti o distributori e poi funziona come un rivenditore autorizzato della merce che l’azienda ha acquistato.

Mercato al dettaglio in conto vendita: In questo modello, i rivenditori in conto vendita possono ospitare la merce nella loro sede di vendita al dettaglio, ma non acquistano mai ufficialmente l’inventario. I negozi di consignment funzionano come rivenditori autorizzati, di solito a pagamento, di merce appartenente ad un’altra persona o entità. Di solito non sono mai i veri proprietari della merce; la persona o l’entità che mette l’articolo in conto può restituirlo e reclamarlo.

Il GMV è una metrica accurata?

E’ importante notare che il GMV non è necessariamente o sempre una metrica accurata da usare quando si misurano le prestazioni del sito di eCommerce. Per esempio, quando le aziende di eCommerce sanno che stanno misurando il valore totale della merce venduta, sono motivate a spingere articoli grandi e costosi, come l’elettronica, poiché così facendo contribuiranno ad aumentare il valore complessivo della transazione. Tuttavia, i margini di tali prodotti tendono ad essere più bassi rispetto ad articoli meno costosi come l’abbigliamento. Pertanto, il GMV potrebbe non dare sempre un quadro completo della performance o della crescita complessiva.

Lascia un commento