Gli inserzionisti affrontano decisioni difficili sull’acquisto di tempo commerciale NFL

Come una stagione di incertezza si avvicina, gli inserzionisti sono diffidenti sulla prospettiva di acquistare tempo commerciale sulle trasmissioni NFL. Anthony Crupi dello Sports Business Journal dà un’occhiata da vicino alla situazione, che richiede decisioni da prendere nonostante le tante variabili che non si risolveranno presto.

“Stiamo consigliando ai nostri partner pubblicitari che vorranno venire da noi prima piuttosto che cercare di afferrare qualsiasi cosa possa rimanere a settembre”, ha detto a Crupi un dirigente pubblicitario senza nome. “Non voglio fare giri di parole – se non comprate i nostri giochi ora, dovrete affrontare un grosso premio in dispersione.”

Acquistare annunci in dispersione include la rinuncia a qualsiasi garanzia di rating che si tradurrebbe in pubblicità “make-good” se il gioco per cui sono stati acquistati gli annunci non consegna gli occhi attesi. Gli annunci acquistati ora vengono con la garanzia.

I primi acquisti, come spiegato da Crupi, includono anche un’opzione di cancellazione, dando all’inserzionista la possibilità di staccare la spina fino al 50% degli impegni anticipati all’inizio di un nuovo trimestre.

Dato che la produzione di serie scripted è stata ritardata da marzo, a causa della pandemia, potrebbero non esserci molte opzioni per la pubblicità quando settembre rotola intorno. Il football NFL, con nuovi contenuti non scritti ogni settimana in più finestre, diventa una grande piattaforma per far arrivare il messaggio di un inserzionista alle masse.

In tutto questo, la parola chiave sembra essere flessibilità.

“Per quanto preziosa sia la proprietà della NFL, questo non è il momento di tenere i piedi di nessuno al fuoco”, ha detto a Crupi un dirigente di rete senza nome. “Supereremo questa cosa, e vogliamo che siate con noi quando saremo dall’altra parte.”

Questo è l’approccio giusto. Anche se le reti non vogliono essere lasciate con le mani nel sacco in un anno negativo, le relazioni pubblicitarie si estenderanno bene nel futuro. La sfida diventa trovare il giusto equilibrio e assicurarsi che entrambe le parti credano di essere trattate in modo equo nel breve termine, il che pone le basi per una partnership ancora migliore nel lungo periodo.

Lascia un commento