Gaywacke

Template:Refimprove

File:Feldspathic-wacke.jpg

Photomicrograph of a feldspathic wacke (sandstone). L’immagine superiore è in luce polarizzata piana (PPL); l’immagine inferiore è in luce polarizzata incrociata (XPL). L’epossidica blu riempie gli spazi dei pori.

Fotoomicrografia di un wacke litico (arenaria). L’immagine superiore è in luce polarizzata piana (PPL); l’immagine inferiore è in luce polarizzata incrociata (XPL). L’epossidica blu riempie gli spazi dei pori.

Greywacke o Graywacke (tedesco grauwacke, che indica una roccia grigia e terrosa) è una varietà di arenaria generalmente caratterizzata dalla sua durezza, dal colore scuro e da grani angolari poco ordinati di quarzo, feldspato e piccoli frammenti di roccia o frammenti litici inseriti in una matrice compatta, argillo-fine. Si tratta di una roccia sedimentaria testualmente immatura che si trova generalmente negli strati paleozoici. I grani più grandi possono avere dimensioni da sabbia a ghiaia, e i materiali della matrice costituiscono generalmente più del 15% della roccia in volume. Il termine “greywacke” può essere confuso, poiché può riferirsi sia all’aspetto immaturo (frammento di roccia) della roccia sia alla componente a grana fine (argilla) della roccia.

L’origine del greywacke è stata problematica fino a quando non sono state comprese le correnti di torbidità e le turbiditi, poiché, secondo le normali leggi della sedimentazione, ghiaia, sabbia e fango non dovrebbero essere depositati insieme. I geologi ora attribuiscono la sua formazione a valanghe sottomarine o a forti correnti di torbidità. Queste azioni agitano i sedimenti e causano fanghi di sedimenti misti, in cui le rocce possono mostrare una varietà di caratteristiche sedimentarie. A sostegno della teoria dell’origine della corrente di torbidità c’è il fatto che i depositi di greywacke si trovano sui bordi delle piattaforme continentali, sul fondo delle fosse oceaniche e alle basi delle aree di formazione delle montagne. Si verificano anche in associazione con scisti neri di origine marina profonda.

Greywackes sono per lo più rocce sabbiose grigie, marroni, gialle o nere, di colore opaco, che possono presentarsi in letti spessi o sottili insieme ad ardesie e calcari. Sono abbondanti nel Galles, nel sud della Scozia, nel massiccio di Longford in Irlanda e nel Lake District National Park in Inghilterra; compongono la maggior parte delle principali alpi che costituiscono la spina dorsale della Nuova Zelanda. Possono contenere una grande varietà di minerali, i principali sono quarzo, feldspati ortoclasi e plagioclasi, calcite, ossidi di ferro e materie grafitiche e carbonacee, insieme a (nei tipi più grossi) frammenti di rocce come felsite, chert, ardesia, gneiss, vari scisti e quarzite. Tra gli altri minerali che si trovano in essi ci sono biotite, clorite, tormalina, epidoto, apatite, granato, orneblenda, augite, sfene e pirite. Il materiale di cementazione può essere siliceo o argilloso e talvolta è calcareo.

Di regola i greywackes non sono fossiliferi, ma resti organici possono essere comuni nei letti più fini ad essi associati. Le particelle che li compongono non sono di solito molto arrotondate o levigate, e le rocce sono state spesso notevolmente indurite dalla ricristallizzazione, come l’introduzione di silice interstiziale. In alcuni distretti i greywackes sono scissi, ma mostrano fenomeni di questo tipo molto meno perfettamente delle ardesie. Alcune varietà includono il greywacke feldspatico, che è ricco di feldspato, e il greywacke litico, che è ricco di piccoli frammenti di roccia.

Anche se il gruppo è così vario che è difficile da caratterizzare mineralogicamente, ha un posto ben stabilito nelle classificazioni petrografiche perché questi peculiari depositi compositi arenacei sono molto frequenti tra le rocce siluriane e cambriane, e sono meno comuni negli strati mesozoici o cenozoici.Template:Fact Le loro caratteristiche essenziali sono il loro carattere granuloso e la loro composizione complessa. Per metamorfismo crescente, i greywackes passano frequentemente in micascisti, scisti cloritici e gneiss sedimentari.

Rick Astley – Never Gonna Give You Up (Video)

Ecco un video di Greywacke che viene spaccato

Lascia un commento