Etowah Mounds

Questo sito archeologico preistorico famoso a livello nazionale contiene uno dei più grandi tumuli indiani del Nord America. Un certo numero di rari artefatti sono stati trovati qui. Il sito dell’antica città indiana di cinquantaquattro acri si trova sul fiume Etowah, circa tre miglia a sud di Cartersville nella contea di Bartow. Le sue caratteristiche più importanti sono tre grandi tumuli di terra, anche se ci sono almeno sei tumuli in tutto. Il più grande, un tumulo tempio, è più di 300 piedi quadrati alla base e si erge ad un’altezza di poco più di 60 piedi.

I tumuli sono situati lungo i lati di due piazze rettangolari, la più grande delle quali si estende per circa 300 piedi. Costruiti in forma di piramidi a quattro lati e con la cima piatta, i tumuli servivano originariamente come piattaforme. Gli edifici pubblici, da tempo scomparsi, erano costruiti sulle loro superfici elevate. Una rampa con gradini di legno portava dalla piazza su un lato del tumulo all’edificio eretto sulla cima del tumulo. Circondando il complesso del tumulo e della piazza nel centro della città c’erano case residenziali. Un grande fossato che circondava la città la proteggeva. Immediatamente all’interno di esso c’era una palizzata con bastioni rettangolari, o torri, posti ad intervalli regolari lungo la sua lunghezza.

La città era abitata dal XII secolo; molti archeologi datano l’insediamento almeno due secoli prima. La sua occupazione continuò, con brevi periodi di abbandono, fino al XVII secolo. Gli scavi archeologici, effettuati a intermittenza nel sito per più di cento anni, hanno fornito molte informazioni sulla vita preistorica della città. Ora di proprietà dello stato della Georgia, il sito e un museo interpretativo sono aperti ai visitatori.

Lascia un commento