Cosa accadde alla moglie di Tutankhamon dopo la sua morte?

A cura di: Professor Bob Brier, Ph.D., Long Island University
Tutankhamun fu sposato con la sua sorellastra, Ankhesenamun in modo che potesse salire al trono d’Egitto in età molto giovane. Questa immagine mostra le statue di Tutankhamon e di sua moglie al tempio di Luxor, in Egitto. (Immagine: Roadwarrior Photography/)

Schegge dalla tomba di Tutankhamon

La tomba di Tutankhamon fornisce alcuni indizi sulla sua morte improvvisa in età molto giovane. Le pareti della tomba sono state dipinte frettolosamente invece di essere scolpite. La tomba dovette essere preparata rapidamente in 70 giorni, ma c’è la prova che Tutankhamon fu sepolto. Tutankhamon è visto su una slitta mentre le ruote entrano nella sabbia. La slitta è tirata da 10 funzionari di palazzo. I dipinti sulla tomba mostrano i funzionari che indossano fasce bianche in segno di lutto. Tuttavia, c’è un funzionario che manca in questo dipinto. Era un vecchio visir chiamato Aye (pronunciato A-Y-E) che serviva come consigliere di Tutankhamon e di sua moglie.

C’è un’altra scena nella tomba che mostra Tutankhamon come una mummia. È vestito di bianco come Osiride, il dio dei morti. È avvolto per mostrare che ora è con Osiride e sta per essere resuscitato. Il visir Aye è visto indossare una pelle di leopardo e, nella sua mano, ha uno strumento chiamato adze. Questo strumento era un manico di legno con un’estremità di metallo. Aye tocca la bocca della mummia di Tutankhamon con l’adze che rappresenta la cerimonia di “apertura della bocca”. Facendo questo, Aye sta dando il respiro alla mummia in modo che possa mangiare e parlare nell’altro mondo e possa dire incantesimi magici per resuscitare nell’altro mondo. La pelle di leopardo indossata da Aye mostra che stava agendo come il sommo sacerdote dando la vita a Tutankhamon. Tuttavia, se si guarda attentamente, si può vedere che Aye indossa anche la corona d’Egitto sulla sua testa. Sopra la sua testa c’è un cartiglio con il suo nome che dimostra che egli era effettivamente succeduto a Tutankhamun come re d’Egitto.

Impara di più sull’ascesa del vecchio regno.

Howard Carter, un archeologo britannico, ha scoperto la tomba di Tutankhamon nel 1922. Questa è un’immagine di Howard Carter che apre la teca più interna della tomba del re Tutankhamon. (Immagine: The New York Times Photo Archive/Public domain)

Come fece Aye a diventare re d’Egitto?

È importante ricordare che Aye non era di sangue reale; era un uomo comune. Quindi, come è diventato il re d’Egitto? C’è una buona probabilità che abbia sposato la vedova di Tutankhamon, Ankhesenamun. Questo spiegherebbe perché la regina aveva paura. Non voleva sposare un plebeo dopo la morte del marito e per sfuggire a un tale destino, chiese l’aiuto del re ittita. Aye potrebbe essere il popolano che aveva paura di essere costretta a sposare. Questo spiegherebbe anche l’assassinio del principe ittita. Per essere assassinato, doveva essere autorizzato da qualcuno che occupava una posizione importante nel governo. C’è un’alta probabilità che sia stato Aye a sponsorizzare l’assassinio del principe.

Questa è una trascrizione dalla serie di video Storia dell’antico Egitto. Guardala ora, su The Great Courses Plus.

Prove che dimostrano che Aye ha sposato Ankhesenamun

Negli anni ’30, il professor Percy Edward Newberry, un egittologo, stava cercando in un negozio di antichità, Blanchard’s Shop al Cairo, quando ha trovato un antico anello da dito. Il professor Newberry, in quanto egittologo, sapeva leggere i geroglifici. L’anello aveva i nomi di due persone in un doppio cartiglio insieme. Aye era uno dei nomi e Ankhesenamun era l’altro. Questo significava che erano sposati. Pertanto, si può concludere che Aye divenne il re d’Egitto sposando Ankhesenamun. Il professor Newberry era consapevole dell’importanza dell’anello, così scrisse una lettera a Howard Carter che aveva scoperto la tomba di Tutankhamon nel 1922, e gli disse della sua scoperta. Si chiese se Carter avesse visitato la tomba di Aye nella Valle Occidentale e se Ankhesenamun vi fosse presente.

Tutti si chiesero cosa fosse successo ad Ankhesenamun dopo che aveva sposato Aye. Era scomparsa dalla storia e l’ultima cosa che si è sentita su di lei è questo anello al dito che dice che erano sposati. Il professor Newberry fece una copia dell’anello che aveva trovato e mandò un disegno a Carter quando gli scrisse. Tuttavia, nessuno aveva più visto l’anello da allora. Questo ha fatto sì che la gente si chiedesse se l’anello esistesse davvero. Negli ultimi 20 anni, un anello è apparso in vendita sul mercato delle antichità, ma non è lo stesso trovato dal professor Newberry. Ha un colore diverso ma è molto simile a quello del professor Newberry e ha i cartigli di Ankhesenamun e Aye. Questo si aggiunge alla prova che Ankhesenamun e Aye erano davvero sposati. L’anello si trova ora al Museo di Berlino.

Scopri di più sulla fine del vecchio regno.

Che cosa accadde ad Ankhesenamun?

Secondo il professor Newberry, Aye alla fine morì. Aveva una tomba, e nella sua tomba, ci sarebbe un’immagine della sua regina. Questa regina dovrebbe essere Ankhesenamun perché fu così che Aye divenne il re d’Egitto, sposandola. Tuttavia, se si andasse alla tomba di Aye nella valle occidentale, la prima cosa che si noterebbe è che ogni traccia di Aye e della sua regina è stata cancellata. Per qualche motivo è stato scalpellato dal muro. Ma ci sono abbastanza geroglifici rimasti da cui si può capire dove sarebbe dovuto andare il nome della regina. Proprio sopra uno dei cartigli c’è scritto “henet werit”, che significa la grande moglie che si riferisce alla regina.

Quando Aye era ad Amarna con Akhenaton, aveva una moglie chiamata Tiye – non la regina Tiye, solo Tiye. Questo era il nome in quel cartiglio che era stato cancellato. Ankhesenamun non appare da nessuna parte. Non è nemmeno sulle pareti della tomba di Tutankhamon. La ragione per cui non appare nella tomba di Tutankhamon è che Aye intendeva sposarla, e non intendeva metterla sulle pareti della tomba di Tutankhamon per l’eternità.

La teoria che Tutankhamon fu ucciso

Tutankhamun morì a 19 anni, molto giovane. C’è una teoria avanzata dagli archeologi secondo la quale fu assassinato. Questa immagine mostra una copia moderna del sarcofago di legno di Tutankhamon. (Immagine: Jose Ignacio Soto/)

C’è una teoria che sostiene che Tutankhamon non morì di morte naturale, anzi, fu assassinato. Si crede che sia stato il visir, Aye, ad ucciderlo perché voleva prendere il posto del re. Tuttavia, con la coppia reale ancora in vita, potrebbe essere difficile raggiungere il suo obiettivo, soprattutto se avessero dei figli. Ankhesenamun aveva già avuto due aborti a questo punto, e se il prossimo bambino fosse stato un maschio, le possibilità di Aye di diventare re sarebbero state schiacciate per sempre. Tuttavia, è fondamentale ricordare che questa è solo una teoria e dovrebbe essere presa come un fatto.

Domande comuni sulla moglie di Tutankhamon

D: Cosa fa Ankhesenamun per assicurare la sua sopravvivenza dopo la morte di Tutankhamon?

Dopo la morte di Tutankhamon, Ankhesenamun aveva paura di essere costretta a sposare un uomo comune. Voleva evitare un tale matrimonio e per assicurare la sua sopravvivenza, chiese al re ittita di aiutarla.

D: Qual è il significato della pelle di leopardo indossata da Aye durante la sepoltura di Tutankhamon?

La pelle di leopardo indossata da Aye durante la sepoltura di Tutankhamon dimostra che stava agendo come il sommo sacerdote dando la vita a Tutankhamun.

D: Quali prove ha trovato il professor Percy Edward Newberry negli anni ’30 che provano che Aye ha sposato Ankhesenamun?

Negli anni ’30, il professor Percy Edward Newberry stava cercando in un negozio di antichità al Cairo, quando trovò un antico anello da dito che aveva i nomi di Aye e Ankhesenamun insieme in un doppio cartiglio.

D: Perché Ankhesenamun non è sulle pareti della tomba di Tutankhamon?

La ragione per cui Ankhesenamun non appare nella tomba di Tutankhamon è che Aye intendeva sposarla, e non intendeva metterla sulle pareti della tomba di Tutankhamon per l’eternità.

Lascia un commento