Condizione – BPH Iperplasia Prostatica Benigna/Prostata Ingrossata

L’iperplasia prostatica benigna (BPH) è una condizione comune, non cancerosa negli uomini in cui la ghiandola prostatica si allarga. La prostata si trova sotto la vescica e circonda l’uretra – il tubo che porta l’urina fuori dal corpo. Una prostata in crescita può comprimere l’uretra e causare difficoltà nella minzione, nota anche come sintomi del tratto urinario inferiore (LUTS). Questi sintomi possono includere un flusso indebolito, frequenza, improvviso bisogno di urinare e minzione notturna. Nei casi più gravi, i pazienti possono perdere la capacità di urinare del tutto e possono avere bisogno di un catetere.

Cause

L’iperplasia prostatica benigna (BPH) è legata al processo di invecchiamento e alla presenza dell’ormone maschile testosterone. Più della metà degli uomini di 50 anni e più e il 90% degli uomini di 80 anni e più hanno l’IPB. Caffeina, alcol, cibi piccanti o acidi, alcuni farmaci per il raffreddore e la stitichezza possono peggiorare i sintomi. Se non trattati, i sintomi possono peggiorare nel tempo e possono causare complicazioni che possono includere incapacità di urinare (ritenzione urinaria), danni alla vescica o ai reni, calcoli alla vescica o infezioni del tratto urinario.

Sintomi

Una prostata ingrossata può causare una varietà di sintomi urinari tra cui:

  • Ricorrente, improvviso bisogno di urinare
  • Urinazione sempre più frequente, specialmente di notte
  • Flusso di urina debole o interrotto
  • Difficoltà ad iniziare la minzione
  • Fuga di urina
  • Incapacità di svuotare completamente la vescica
  • Sangue nelle urine

Diagnosi

Mentre un attento esame dei sintomi può suggerire BPH, ulteriori esami possono includere:

  • Esame Rettale Digitale (DRE) – per valutare le dimensioni e il contorno della prostata
  • PSA (antigene prostatico specifico) – esame del sangue importante per lo screening del cancro alla prostata
  • Urinalisi
  • Sintomi urinari questionario
  • Urodinamica e studi del flusso di urina
  • Ultrasuoni o TAC
  • Cistoscopia

E’ importante notare che i sintomi urinari o livelli elevati di PSA possono indicare IPB ma possono anche essere causati da prostatite (infiammazione della prostata) o cancro alla prostata. L’invio ad un urologo per uno dei due è un primo passo importante per una diagnosi e un trattamento appropriati.

Trattamento

Il trattamento per l’IPB/prostata ingrossata dipenderà dalla gravità dei tuoi sintomi e da quanto essi interferiscono con il tuo stile di vita. Gli uomini con sintomi minimi possono avere solo bisogno di apportare modifiche allo stile di vita; quelli con sintomi più pronunciati o complicazioni possono richiedere farmaci o una procedura. Il tuo medico può aiutarti a determinare quale trattamento è più appropriato per te.

Cambiamenti nello stile di vita

Evita la caffeina, le bevande acide come le cole, il succo di pomodoro e d’arancia, e l’alcool perché questi possono irritare la vescica e peggiorare i sintomi. La stitichezza e i farmaci per il raffreddore (specialmente quelli contenenti antistaminici o pseudoefedrina) possono rendere più difficile urinare. Limitare le bevande serali e urinare prima di andare a dormire. Assicuratevi di urinare quando sentite lo stimolo per la prima volta piuttosto che cercare di “trattenerlo”, perché questo può portare a perdite di urina.

Medicinali

Ci sono una varietà di farmaci che possono migliorare i sintomi urinari e la terapia combinata può funzionare meglio.

I farmaci possono includere:

  • Alfa bloccanti per rilassare il tessuto muscolare liscio nella vescica e nella prostata, aumentando il flusso urinario
  • Inibitori della 5-alfa reduttasi (5ARI) per ridurre la ghiandola prostatica
  • Anticolinergici che lavorano sul muscolo della vescica per ridurre la frequenza e l’urgenza
  • Beta Agonisti che permettono al muscolo della vescica di mantenere il volume, diminuendo la frequenza urinaria
  • Gli inibitori della PDE5 aiutano a migliorare il flusso e la frequenza urinaria

Terapia minimamente invasiva

Queste procedure cercano di aprire un passaggio attraverso la prostata per permettere all’urina di fluire con meno sforzo. I nostri urologi eseguono i trattamenti più avanzati disponibili utilizzando la tecnica meno invasiva appropriata per risolvere il tuo problema.

  • Vaporizzazione laser – un laser riscalda e vaporizza il tessuto prostatico ostruito
  • TURP (resezione transuretrale della prostata) – il tessuto ostruito viene rimosso con un approccio tradizionale o con un pulsante al plasma
  • Terapia transuretrale a microonde (TUMT) – l’energia delle microonde riscalda e distrugge il tessuto prostatico ostruito
  • Abbattimento transuretrale con ago (TUNA) – le onde radio riscaldano e distruggono il tessuto prostatico ostruito
  • Incisione transuretrale della prostata (TUIP) usando elettrocauterizzazione o laser
  • Prostatectomia – procedura aperta per rimuovere la prostata ostruita; un’opzione meno comune riservata a quelli con prostate molto grandi

.

Lascia un commento