Come posso lasciare qualcuno facilmente?

Nel regno delle rotture, “easy-peasy” raramente viene in mente. Se stai sperando di lasciare qualcuno facilmente, ci sono due approcci che puoi (e dovresti) prendere.

Domanda: Come posso deludere qualcuno facilmente?

Risposta:

È una nozione dolce, deludere qualcuno “facilmente”.

Ma ti inviterei a considerare che deludere qualcuno “facilmente” riguarda più te che loro.

È la tua paura travestita da amore.

Tu stai cercando di controllare e manipolare l’esperienza di qualcuno per non dover affrontare alcun disagio in te stesso. Non c’è niente di male se qualcuno piange a dirotto o è arrabbiato o ha il cuore spezzato. Infatti, avere il cuore agonizzantemente spezzato in passato è una delle mie esperienze più trasformative nella vita.

Perché negare loro qualsiasi esperienza di cui la loro anima deve sapere di aver bisogno per la propria evoluzione e crescita?

Ricorda solo che questa persona non morirà se la lasci. Né morirai tu.*

Tutto ciò detto, ecco due approcci specifici che puoi usare per una “rottura consapevole” (è mai veramente facile, comunque?) a seconda di quanto sia importante per te spiegare perché stai terminando la danza:

1. Dì semplicemente che non vuoi più vederli.

Puoi assolutamente mantenere il tuo cuore aperto ed essere gentile anche se dici semplicemente che stai scegliendo una strada diversa. Inoltre, non c’è nessuna regola che dice che devi offrire giustificazioni o spiegazioni per quello che vuoi o non vuoi.

2. Dì loro la verità sulla tua esperienza.

Fallo in un modo che non ne faccia una colpa – perché probabilmente non lo è, comunque. Qualunque siano i vostri giudizi sul loro carattere, la verità è che questa relazione semplicemente non funziona più per voi. Potrebbe funzionare per qualcun altro, per quanto questo possa essere difficile da capire se la persona che stai lasciando ha fatto qualcosa che ritieni deplorevole. Ma qualcun altro rimarrebbe e continuerebbe a ballare perché avrebbe bisogno di imparare la lezione dell’anima che gli viene offerta. Quindi onorateli spiegando la vostra esperienza in un modo che non li rende sbagliati o in qualche modo “cattivi”.

*Ovviamente, se sono effettivamente suicidi o siete stati minacciati di non porre fine alle cose, questa è tutta un’altra conversazione che implica un intervento professionale.

Lascia un commento