Affrontare le malattie autoimmuni e i problemi digestivi

Le malattie autoimmuni e i problemi digestivi (morbo di Crohn, celiachia, colite ulcerosa, IBD, IBS, lupus, artrite reumatoide, cistite interstiziale, sclerosi multipla) possono essere molto debilitanti e possono prendere in mano tutta la tua vita. Pensiamo che mangiare una dieta Paleo abbia il potenziale per curare una buona parte di queste condizioni che sono abbastanza nuove per noi. Tuttavia, per coloro che hanno a che fare con problemi del genere, potrebbe essere necessario più tempo e dedizione per avere successo e guarire finalmente, ma questa dedizione ripagherà almeno mille volte.

Anche se è coinvolta un po’ più di perseveranza da parte tua, pensiamo che sarai d’accordo con noi che se hai a che fare con uno di questi problemi, saresti disposto a passare attraverso qualsiasi cosa per riconquistare la tua salute e resistenza.

Io stesso ho avuto a che fare con gli squilibri della flora intestinale e l’intestino che perde da un bel po’ di tempo e sono stato in grado di imparare molte cose su come gestirlo correttamente. Per me, è stato soprattutto un viaggio per tentativi ed errori.

È divertente perché ho quasi scoperto Paleo in questo modo. Il mio sistema digestivo è diventato così fragile che le uniche cose che potevo digerire erano le carni, i grassi e le verdure ben cotte. Sono stato poi in grado di giungere facilmente alla conclusione che gli alimenti che digeriamo più facilmente sono la carne, i grassi e le verdure cotte e che concentrarsi su questi alimenti è una buona idea per chiunque.

Gestire l’intestino che perde

L’intestino che perde è una condizione in cui l’intestino diventa permeabile e le particelle più grandi possono entrare nel flusso sanguigno. Il nostro corpo vede che quelle particelle sono estranee e le attacca, attaccando allo stesso tempo le normali cellule sane e compromettendo il sistema immunitario. Questa situazione di leaky gut causa anche problemi digestivi e intestinali. La crescita eccessiva della candida, la malattia celiaca, la sindrome dell’intestino irritabile (IBS), la malattia dell’intestino infiammabile (IBS), le allergie, il malassorbimento e un sacco di altre malattie autoimmuni sono tutte associate a un intestino che perde.

Penso che affrontare l’intestino che perde sia il modo per affrontare anche gli altri problemi che sono collegati ad esso. Guarisci il tuo intestino e il resto seguirà.

Alcuni dei peggiori colpevoli che contribuiscono allo sviluppo di un intestino che perde sono il glutine e i cereali in generale, i FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei: Advil, Motrin, ibuprofene), i latticini e la semplice infiammazione generale, lo stress cronico e la mancanza di sonno. Non consumare mai cereali, latticini, oli vegetali, legumi, zucchero, lievito o FANS quando cerchi di guarire il tuo intestino.

Prova anche a limitare la quantità di frutta che mangi. L’ideale sarebbe non mangiare affatto frutta. Alimenta la Candida e se hai un intestino che perde, hai automaticamente problemi di Candida. Non preoccuparti, non hai davvero bisogno di frutta nella tua dieta e le verdure come unica fonte di carboidrati andranno benissimo. Se vuoi portare le cose ancora più in là, magari prova a stare appena fuori dalla chetosi, il che significa circa 60g di carboidrati al giorno o più. Vedrai che non servono molte verdure per raggiungere quei 60g. Assicurati che le tue verdure siano ben cotte e morbide. Questo le rende molto più facili da digerire. Mangia molte verdure a foglia verde. Il tuo corpo ha bisogno delle preziose sostanze nutritive che contengono.

Ecco altri cibi che ti consigliamo di eliminare dalla tua dieta fino a quando non sarai guarito al 100%:

Noci e semi

Personalmente crediamo che la maggior parte delle persone farebbe meglio a farne a meno. Possono essere un po’ irritanti per l’intestino e contengono piccole quantità di antinutrienti. La nostra opinione personale sulle noci è che non dovrebbero essere mangiate frequentemente o in grandi quantità. Abbiamo anche letto di molte persone che si sentono meglio senza di loro.

Nightshades

Sembra il nome di un gruppo clandestino di lotta di strada, ma in realtà è il nome di una famiglia di verdure. I Nightshades sono una famiglia che comprende verdure che sono abbastanza nuove per il consumo umano e che contengono sostanze chimiche irritanti. Le sfumature notturne includono peperoni, peperoncini, pomodori, melanzane e patate. Eliminatele quando avete a che fare con un problema autoimmune.

Eggs

La maggior parte degli organismi viventi sviluppa modi per proteggersi dall’essere mangiati. Gli animali, per esempio, possono correre o attaccare, ma le uova devono trovare un altro modo per proteggersi dagli intrusi stranieri. L’albume contiene composti antibatterici e ha la proprietà di legarsi alla biotina e ad altri nutrienti. Alcuni sosterranno che vanno bene se cotti, ma la mia esperienza mi dice il contrario. Naturalmente, se decidete di mangiare solo i tuorli, potete farlo senza restrizioni, i tuorli vanno benissimo.

Ma i tuorli sono pieni di colesterolo e di grassi, si potrebbe dire. Il tuo corpo ha bisogno di entrambi. Il colesterolo è un ormone cruciale e se non lo prendi nel cibo, il tuo corpo ne produce un po’ da solo. È una dieta ad alto contenuto di carboidrati che porta ad alti livelli del tipo sbagliato di colesterolo.

Aderendo alla dieta

Lasciami ribadire che è davvero importante che tu ti attenga a questa versione più rigorosa della dieta al 100% perché solo un piccolo intruso tenderà a incasinare tutto.

Assicurati anche di dormire il più possibile e di ridurre lo stress nella tua vita. Se fai esercizio fisico, fallo con leggerezza.

Se trovi che la dieta sia troppo restrittiva per essere seguita per qualsiasi periodo di tempo, dai un’occhiata a qualsiasi lista di cibo Paleo e vedrai che hai ancora molte scelte quando si tratta di carne, grassi e verdure. Puoi goderti deliziose insalate, zuppe, stufati, soffritti, curry e qualsiasi cosa la tua immaginazione possa pensare.

Una buona cosa da integrare in grandi quantità è il brodo di ossa fresco fatto in casa. Usatelo nelle zuppe e negli stufati. Preparare il brodo estrarrà gelatina, collagene e glucosamina dalle ossa, che sono tutti molto necessari per un intestino che guarisce. Ti manterrà anche molto ben idratato.

Una parola sugli integratori

La cosa principale che vorrai fare è introdurre batteri buoni (molti), ridurre l’infiammazione e assicurarti di non diventare carente in nessun nutriente.

Quando si tratta di probiotici, l’argomento è un po’ complicato. Abbiamo scoperto che la maggior parte di loro non servirà a nulla se il tuo problema è avanzato. I batteri buoni, indipendentemente dalla quantità che prendi, moriranno nello stomaco a causa dell’acido o saranno troppo deboli per formare colonie nell’intestino contro altri batteri opportunisti e lieviti. L’unica cosa che abbiamo trovato che funziona per i casi gravi sono gli organismi a base di terra, che formano spore e resistono facilmente ad ambienti molto più duri.

Sentirete probabilmente molto clamore intorno ai prebiotici, un tipo di fibra indigesta che dovrebbe nutrire i batteri buoni, ma abbiamo scoperto che se la vostra flora è abbastanza disturbata, i batteri cattivi inizieranno a nutrirsi di essa.

Per ridurre l’infiammazione e calmare tutto l’apparato digerente, prova a prendere un integratore DGL con estratto di olmo scivoloso o marshmallow Puoi anche incorporare un integratore di glutammina, che è davvero cibo per ricostruire la parete intestinale.

Infine, ti consigliamo di assumere 4.000 UI di vitamina D3 ogni giorno e un buon olio di pesce. L’unico minerale che prenderemmo in considerazione di integrare è il magnesio, perché la maggior parte delle persone sono già carenti di magnesio e le fonti alimentari di esso sono limitate. L’halibut è una grande fonte di magnesio se si può avere fresco di stagione.

In sintesi, sono sicuro che chiunque abbia ancora a che fare con sfide autoimmuni e problemi digestivi anche seguendo una dieta 100% Paleo troverà finalmente grande sollievo seguendo questo protocollo. Rimanete anche rassicurati dal fatto che seguendo una dieta Paleo in primo luogo state già facendo il 90% del lavoro per una versione perfettamente sana di voi e questi piccoli aggiustamenti vi porteranno finalmente lì.

Lascia un commento