6 consigli per aiutarti a padroneggiare la modalità manuale sulla tua fotocamera digitale

I nuovi fotografi – e anche quelli con una certa esperienza – sono spesso apprensivi sull’uso della modalità manuale sulle loro fotocamere digitali. Come quando si usa uno smartphone per catturare i propri ricordi, è conveniente semplicemente puntare e scattare e lasciare che la macchina fotografica si occupi delle specifiche relative all’esposizione. Vale davvero la pena correre il rischio di impostare l’esposizione manualmente solo per perdere potenzialmente il momento? In una parola, sì.

Il potenziale creativo che accompagna lo scatto in modalità manuale sulla tua fotocamera digitale spingerà le tue abilità (e la qualità delle tue immagini) al livello successivo. La parte migliore è che avere il pieno controllo della tua fotocamera non è davvero così difficile. Come ogni cosa creativa che vuoi imparare, più fai pratica, più diventi bravo, più facile diventa, e più ti diverti.

Le fotocamere moderne sono piene di AI ad alta tecnologia e tonnellate di opzioni. Sono stato fortunato a iniziare con una macchina fotografica che non aveva nulla di tutto questo. Ho iniziato con la mia vecchia e bella Nikkormat FTN, una Nikon che ora ha 53 anni e funziona ancora bene. Non c’è nulla di automatico su questa fotocamera. Ho dovuto imparare a usare ISO, apertura e velocità dell’otturatore (noto anche come triangolo dell’esposizione) per ottenere foto ben esposte. Questo è tutto quello che c’è da fare, solo tre impostazioni.

Ecco sei consigli per aiutarti ad abbracciare l’uso della modalità manuale prima del tuo prossimo scatto:

Tip 1: Impegnati a padroneggiare la modalità manuale

Ho imparato a digitare a mano recentemente. Ho iniziato a usare una macchina da scrivere più di trent’anni fa, ma non mi sono mai preoccupato di impegnarmi a imparare a scrivere a mano. Usando un computer, ho usato principalmente il mouse e una tavoletta. Una volta che mi sono impegnato a imparare a non guardare giù, non mi ci è voluto molto. Ho seguito alcuni tutorial e mi sono esercitato ogni giorno.

È possibile padroneggiare la modalità manuale sulla fotocamera allo stesso modo. Una volta che imposti la tua macchina fotografica in manuale e la lasci lì, sarai sorpreso di quanto ti venga naturale.

Tip 2: Leggi il tuo esposimetro o monitor

Le foto ben esposte sono fatte quando la “giusta” quantità di luce viene registrata dal sensore elettronico o dalla pellicola. L’esposimetro o il monitor della tua macchina fotografica ti darà informazioni sull’esposizione. Tutte le fotocamere moderne hanno dei misuratori di luce. Quando sei in modalità manuale su molte fotocamere vedrai l’influenza delle tue impostazioni di esposizione sul monitor mentre fai le regolazioni.

In sostanza, tutto quello che devi fare è assicurarti che l’esposimetro legga zero o che l’immagine sia bella sul monitor della fotocamera. Questo avviene regolando i controlli di ISO, apertura e velocità dell’otturatore.

Tip 3: Iniziare con ISO

Mettendo un rullino nella mia vecchia Nikkormat, o in qualsiasi altra fotocamera a pellicola, si determinava l’ISO. Con le fotocamere digitali, questa impostazione è molto più flessibile. ISO è la misura della sensibilità alla luce della pellicola o del sensore elettronico.

ISO 400 è l’impostazione che uso più spesso. Quando la luce è molto forte, la imposto più bassa, a 100 o 200. Quando non c’è molta luce, come all’interno o di notte, imposto il mio ISO su un numero più alto. Con impostazioni ISO più alte, la qualità dell’immagine si deteriora, quindi è meglio tenerla bassa.

Tratta il tuo ISO come la base della tua esposizione. Regolalo solo quando è necessario in base alla tua scelta di apertura e velocità dell’otturatore.

Tip 4: Regola la velocità dell’otturatore per controllare il movimento

La tua fotocamera ha un otturatore. Come le persiane o le tende, quando è aperto lascia entrare la luce. Più a lungo è aperto, più luce entra e colpisce il sensore o la pellicola. Le impostazioni della velocità dell’otturatore si misurano in frazioni di secondo o in secondi interi.

Le persone in movimento sono sfocate perché la mia velocità dell’otturatore era lenta, solo 1/4 di secondo.

Quando c’è del movimento nella scena che stai fotografando, anche la tua scelta della velocità dell’otturatore influenzerà il risultato della foto. Quando qualcosa nella tua composizione si muove durante una lunga esposizione, apparirà sfocato nella tua foto. Se la fotocamera si muove quando si usa un tempo di posa lento, anche il movimento può causare la sfocatura.

Scegliere un tempo di posa di 1/250 di secondo o più veloce è sicuro per evitare la sfocatura del movimento della fotocamera e del soggetto, a meno che il soggetto non si muova velocemente. Fotografando soggetti come uccelli che volano, corse automobilistiche o pugilato, per esempio, avrai bisogno di usare una velocità dell’otturatore più alta per evitare il mosso.

Tip 5: Regolare l’apertura per controllare la profondità di campo

L’obiettivo della tua fotocamera ha un diaframma chiamato apertura. Puoi aprirlo o chiuderlo in vari gradi per far entrare più o meno luce. Le impostazioni di apertura sono misurate in f-stop.

L’apertura che scegli influisce anche su quanta parte della tua foto è a fuoco. Questo è noto come “profondità di campo”. Quando il diaframma è più aperto, lasciando entrare più luce, ci sarà meno luce a fuoco nella tua foto. La quantità a fuoco dipende non solo dall’impostazione del diaframma, ma da una serie di altri fattori, tra cui i seguenti:

  • La dimensione del sensore della tua fotocamera
  • L’obiettivo che stai usando
  • La distanza tra il soggetto e la tua fotocamera

Se scegli di usare un f-stop molto alto, diciamo f/22, meno luce colpirà il sensore perché l’apertura del diaframma è molto stretta. Con impostazioni di apertura più ampie, più luce può entrare nell’obiettivo e influenzare il sensore. Un’impostazione di apertura di f/2.8 su un obiettivo da 105 mm avrà come risultato uno sfondo sfocato se sei abbastanza vicino al tuo soggetto, come nell’esempio qui sotto.

Tipo 6: Bilanciare l’esposizione usando tutte e tre le impostazioni

Bilanciare le impostazioni ISO, apertura e velocità dell’otturatore è essenziale per creare foto ben esposte. Questo non significa che dovrai sempre bilanciare l’esposizione in modo che sia neutra (come illustrato nel suggerimento #2 sopra). Potresti voler sottoesporre una scena per renderla più drammatica, o il tuo stile potrebbe propendere più verso un look luminoso e arioso. In entrambi i casi, dovrai comunque bilanciare l’esposizione per ottenere il look che stai cercando. Imparare a usare l’esposimetro per leggere bene la luce ti permetterà di prendere decisioni informate e creare le immagini che immagini.

Gli esposimetri delle fotocamere sono calibrati per leggere dal grigio medio. Se stai fotografando soggetti molto chiari o scuri, l’esposimetro potrebbe non darti una lettura accurata.

Dig Deeper

Una volta che hai avuto un assaggio della modalità manuale, potresti amarla e voler scavare più a fondo. Ti sentirai più a tuo agio nell’usare la tua macchina fotografica e potresti rimanere stupito dalle possibilità creative che si presentano quando hai una migliore comprensione di come ISO, apertura e velocità dell’otturatore influenzano le immagini che catturi.

Per imparare altri fondamenti della fotografia come la padronanza della modalità manuale, l’illuminazione, la posa e la composizione, controlla i nostri workshop Fotografia 101 & Illuminazione 101.

Lascia un commento